Come arrivare in Sicilia e come muoversi

0
125
Come arrivare in Sicilia e come muoversi
Come arrivare in Sicilia e come muoversi

Come arrivare in Sicilia è la prima domanda che si fa qualunque turista o viaggiatore che vuole visitare l’isola. Proprio per agevolare i siciliani che viaggiano spesso durante tutto l’anno, arrivare in Sicilia è estremante facile. Oggi anche muoversi sul territorio siciliano è abbastanza semplice e comodo utilizzando l’auto o i mezzi pubblici.

Vediamo allora come raggiungere la Sicilia e quali sono le soluzioni migliori per muoversi e visitare l’isola. Analizzeremo non solo i principali mezzi di trasporto, ma anche quelli più comodi ed economici per trascorrere un piacevole viaggio o vacanza su questa splendida isola italiana.

Come arrivare in Sicilia

In aereo

L’aereo è il mezzo più usato per raggiungere la Sicilia. La regione conta 6 aeroporti, ci sono quattro aeroporti internazionali sull’isola: a Catania, Palermo, Trapani e Comiso in provincia di Ragusa; mentre le isole di Lampedusa e Pantelleria hanno degli aeroporti più piccoli, con voli sono nazionali.

Le principali compagnie aeree che effettuano collegamenti dalla Sardegna e dagli aeroporti della penisola italiana verso la Sicilia sono: Ryanair, Volotea, easyJet, Alitalia e Blu Express.

I principali aeroporti della Sicilia sono a Palermo e Catania. Ecco comunque una breve descrizione di tutti gli aeroporti:

  • L’Aeroporto Vincenzo Bellini di Catania-Fontanarossa è l’aeroporto più grande e più trafficato della Sicilia, con voli nazionali verso la maggior parte degli aeroporti italiani. Vi atteranno voli di linea, voli low cost e voli charter. Ci sono anche alcune rotte internazionali.
  • L’Aeroporto Internazionale Falcone e Borsellino di Palermo-Punta Raisi è il secondo aeroporto siciliano, con una buona offerta di voli nazionali e voli internazionali, molti effettuati da compagnie low cost.
  • L’Aeroporto Vincenzo Florio di Trapani-Birgi, situato a 15 km da Trapani, è il terzo aeroporto siciliano, con un crescente aumento del traffico dovuto anche alle compagnie aeree low cost come Ryanair.
  • L’Aeroporto Pio La Torre di Comiso, vicino Ragusa, è un nuovo aeroporto dove vi atterrano principalmente compagnie aeree low cost
  • Ci sono anche altri due aeroporti più piccoli in Sicilia sulle isole minori. Questi sono l’Aeroporto di Pantelleria e l’Aeroporto di Lampedusa che collegano con voli solo verso aeroporti italiani.
Cerca tra le migliori offerte volo per la Sicilia

In nave

Oltre l’aereo, l’altro mezzo utile per raggiungere direttamente la Sicilia è la nave. Questo può essere fatto in diversi modi. Il modo più veloce per raggiungere l’isola è in traghetto da Villa San Giovanni. La traversata dello Stretto di Messina dura circa 20-30 minuti e le partenze sono frequentissime, dunque non c’è da aspettare molto.

I porti italiani che hanno collegamenti con la Sicilia sono Napoli, Livorno Genova, Civitavecchia, Salerno e Vibo Valentia. C’è anche un servizio regolare di traghetti che collegano anche Reggio di Calabria a Messina. Le tratte sono le seguenti:


In auto

Si può arrivare in Sicilia anche con la propria auto, però occorre prendere un traghetto. Per chi vuole fare quasi tutto il viaggio in auto si consiglia di percorrere l’Autostrada A2 fino a Villa San Giovanni per poi imbarcarsi sui traghetti per la Sicilia.

Una volta sbarcati al porto di Messina si può continuare il viaggio sul territorio siciliano con la propria auto. La durata dell’attraversamento in traghetto è di 20-30 minuti e il costo è di 39€ per un auto con massimo 5 persone a bordo (57€ per un camper con massimo 5 persone a bordo). Per ogni persona in più o per chi viaggia senza nessun mezzo il costo del biglietto è di 2,5€. Sconti per biglietti di andata e ritorno.

Ci si può imbarcare con la propria auto anche da altri porti italiani, anche se la durata poi del viaggio in nave è maggiore. I porti che hanno collegamenti con la Sicilia sono Napoli, Civitavecchia, Livorno Genova, Salerno, Vibo Valentia e Reggio Calabria.


In treno

Ci sono vari treni dalle principali stazioni ferroviarie italiane verso la Sicilia. La maggior parte dei treni sono Intercity ed Intercity Notte che una volta arrivati Villa San Giovanni si imbarcano su apposite navi per poi approdare alla stazione di Messina Marittima.

La durata dell’attraversamento è di circa 20-30 minuti. I treni proseguono poi sulla linea Catania – Siracusa o verso Palermo. Durante il tratto di navigazione si può scendere dal treno.

Verifica tariffe e prenota un treno per la Sicilia

In bus

Ci sono bus da Roma, Milano, Napoli, Venezia, Firenze e Torino principalmente verso Palermo e Catania, ma anche con alcune linee che raggiungono le altre provincie.

Le principali compagnie di autobus che collegano la Sicilia con la penisola sono:

Flixbus: collegamenti a lunga percorrenza su svariate tratte

Autoservizi Salemi: che effettua la tratta Milano – Marsala con fermate nelle città lungo la costa sud e orientale della Sicilia.

Segesta Autolinee: collegamenti tra Roma e la Sicilia

Verifica tariffe e disponibilità bus per la Sicilia

Come muoversi

Vediamo adesso come muoversi sull’isola una volta arrivati. Sicuramente l’auto è il miglior mezzo per spostarsi, ma vedremo anche come muoversi con gli altri mezzi e come raggiungere le isole più piccole della regione.

In auto e camper

Il modo migliore per spostarsi in Sicilia è in auto, magari utilizzando uno smartphone o un navigatore per avere le indicazioni stradali aggiornate per raggiungere le varie città e mete turistiche.

Le strade principali sono buone, con quattro autostrade (Catania-Palermo, Palermo-Mazara e Catania-Noto che sono gratuite e Messina-Palermo dove devi pagare). Le stradine, principalmente nelle zone interne e montane, non permettono spostamenti veloci ma offrono una vista meravigliosa.

Se si viaggia durante il periodo invernale nelle zone interne e lungo le strade di montagna occorre avere pneumatici da neve o catene a bordo. Normalmente l’obbligo è in vigore dal 15 novembre al 15 marzo.

Per chi arrivare in camper, si consiglia di parcheggiare fuori dai centri abitanti se si devono visitare piccoli centri abitati, per non rischiare di rimanere bloccati nelle strade e vicoli più stretti. Il parcheggio è generalmente difficile nelle città, i garage e i parcheggi sono spesso stretti, quindi almeno non c’è spazio per i campeggiatori.

Autostrade

Le autostrade sono gratuite tranne quella che collegano Catania a Messina e Palermo a Messina (molto frequentate in estate). Sono bidirezionali e collegano le grandi città.

A18 Messina – Catania (pedaggio)

A18 Catania – Siracusa (gratuito)

A18 Siracusa – Ragusa – Gela (in costruzione – aperto da Siracusa a Rosolini)

A19 Palermo – Catania (gratuito)

A20 Messina – Palermo (pedaggio)

A29 Palermo – Mazzara (gratuito)

A29dir Alcamo – Trapani (gratuito)


Noleggiare un’auto

Negli aeroporti internazionali e nelle città più grandi è facile noleggiare un’auto. Il consiglio è quello di prenotare il noleggio auto online ed in anticipo, in modo da poter valutare con calma tutte le tariffe e prenotare quella migliore, ma anche leggere le condizioni contrattuali ed assicurative.

Verifica tariffe e disponibilità noleggio auto in Sicilia

In treno

Muoversi in Sicilia in treno può essere abbastanza comodo, ma la flessibilità negli orari e negli spostamenti è piuttosto limitata. Tutte le province siciliane sono raggiungibili in treno. Sulle linee principali tra Messina e Palermo e Catania, i treni sono regolari e abbastanza veloci, mentre sulle altre tratte meno.

Treni turistici

Ci sono vari treni turistici che percorrono alcune tratte del territorio siciliano in alcuni periodi dell’anno. Anche se non sono un serio mezzo di trasporto per viaggiare in tutta la Sicilia, permettono una bella esperienza di viaggio per visitare l’isola.

Il Treno del Barocco normalmente effettua viaggi nel periodo estivo, da luglio a settembre. Le tratte coperte sono: Siracusa a Ragusa o da Siracusa a Modica o da Siracusa a Comiso, attraversando paesaggi mozzafiato. Sulla rotta Siracusa-Comiso è anche possibile visitare il Castello di Donnafugata. Il costo del biglietto di andata e ritorno è di 20€ per adulti, 10€per i bambini (da 4 a 12 anni) e gratis per bambini da 0 a 4 anni

La Ferrovie Circumetnea (FCE) è una ferrovia a scartamento ridotto lunga 110 km e che copre quasi interamente il perimetro del parco del vulcano Etna. La tratta inizia a Catania e termina a Giarre, con varie fermate intermedie. Poi da Giarre per raggiungere Catania si può utilizzare uno dei treni di Trenitalia.

Il Treno dei Templi effettua la tratta da Agrigento a Porto Empedocle. Il prezzo del biglietto è di 8€ per adulti, 4 €per i bambini (da 4 a 12 anni) e gratis per bambini da 0 a 4 anni. Questo treno può essere usato per la visita al Parco Archeologico della Valle dei Templi, al Giardino della Kolymbethra e alla Scala dei Turchi.

Il Treno del Mito effettua la tratta da Catania a Taormina e permette di visitare il Teatro Antico di Taormina. Il prezzo del biglietto è di 14€ per adulti, 7 €per i bambini (da 4 a 12 anni) e gratis per bambini da 0 a 4 anni.


In autobus

La rete di autobus in Sicilia è piuttosto estesa ed economica. Le principali stazioni di partenza degli autobus sono Palermo e Catania. Le tratte collegano non solo le principali città, ma anche le città piccole e le varie mete turistiche.

Le tratte meno frequentate sono coperte con solo una corsa giornaliera, dunque se volete visitare non solo le principali mete turistiche della Sicilia, ma anche altre zone, arrivare con la propria auto o prendere un’auto a noleggio è la scelta migliore.

Verifica tariffe e disponibilità bus in Sicilia

 

Le linee di autobus raggiungono quasi tutte le destinazioni turistiche della Sicilia e sono più veloci e confortevoli dei treni. In generale, il terminal nelle città più grandi si trova di fronte alla stazione o nelle piazze principali. Le principali compagnie di autobus che collegano le città dell’isola sono: Sais, Ast e Interbus.


In nave o traghetto

Anche se i servizi sono leggermente ridotti in primavera e in autunno, e ancora di più durante l’inverno, ci sono servizi regolari di traghetti e aliscafi dalla Sicilia verso le altre isole della regione

Dalla Sicilia per Isole Egadi

Dalla Sicilia per Isole Pelagie 

Traghetti tra porti della Sicilia

Dalla Sicilia per Isola di Pantelleria 

Dalla Sicilia per Isola di Ustica 


In aereo

L’aereo è un mezzo non solo comodo e utilizzato per raggiungere le isole più piccole della regione, ma anche per muoversi velocemente tra le province della Sicilia più distanti.

Cerca tra le migliori offerte volo per la Sicilia

In bicicletta

La bicicletta non è il mezzo migliore per visitare la Sicilia, però per brevi escursioni potrebbe essere una soluzione molto interessante.

Come arrivare in Sicilia e come muoversi
Come arrivare in Sicilia e come muoversi

Benvenuto sul sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.