Thailandia centrale: cosa vedere e visitare nel cuore culturale del paese

La regione della Thailandia centrale è l’area che contiene e circonda il capoluogo nazionale di Bangkok. L’area è ricca di luoghi di interesse storico e bellezza naturale. Spesso lasciato da parte dai turisti che corrono verso le montagne a nord o le spiagge del sud, la Thailandia centrale è il cuore culturale del paese. Alimentata dal fiume Chao Phraya, la fertile pianura a nord di Bangkok produce gran parte della coltivazione del riso della nazione, mentre città come Ayuthaya e Sukhothai sono ex capitali di regni tailandesi una volta potenti. Immersi in una natura colorata, le maestose rovine di entrambi i centri meritano di essere esplorate in bicicletta o a piedi. Tutto ciò che risale all’antica capitale di Ayutthaya, fino alle località balneari, si trova a circa due ore in auto da Bangkok. Abbiamo evidenziato i principali luoghi turistici di questa zona, maggior parte dei quali sono facilmente raggiungibili in poche ore da Bangkok.




Erawan Museum – Il museo Erawan si trova nella provincia di Samut Prakan (alla periferia di Bangkok) ed è stato costruito da Lek Viriyaphant, un eccentrico milionario tailandese. L’edificio è una miscela di elementi architettonici e di design tradizionali tailandesi ed europei ed è incredibilmente psichedelico. I tre piani separati del museo simboleggiano l’universo. La struttura è sormontata da una massiccia statua di 20 metri di un elefante a tre teste e molti tailandesi vedono l’edificio come uno degli oggetti più venerati della provincia.

Il museo di Erawan, Thailandia centrale
Il museo di Erawan, Thailandia centrale

Ayutthaya – sfuggite al caos colorato di Bangkok e dirigetevi verso la capitale storica di Ayutthaya, patrimonio mondiale dell’UNESCO. L’opzione migliore per arrivarci è in treno che parte spesso dalla stazione centrale di Bangkok e il viaggio dura poco più di due ore. All’arrivo potrete muovervi con i tuk tuk oppure in bici. Ayutthaya è una città spettacolare, piena di bellissime rovine. Il re Ramathibodi fondò Ayutthaya nel 1350 e la città era il capoluogo del regno siamese fino alla sua distruzione dall’esercito birmano nel 1767.

Amphawa Floating Market – Mercato Galleggiante di Amphawa…Durante il fine settimana, potete sfuggire al trambusto del centro di Bangkok dirigendovi verso il mercato galleggiante Amphawa, un posto immerso lungo la rete di canali del fiume Mae Khlong. Camminate lungo la via d’acqua e scoprite l’artigianato locale, assaggiate i deliziosi frutti di mare grigliati su vere e proprie cucine attrezzate sulle lunghe barche di legno. Per immergersi pienamente nell’esperienza, affittate una barca ed esplorate il mercato accanto ai commercianti galleggianti.

Parco storico di Sukhothai – Situato in una splendida cornice di prati, laghi e alberi nel nord della Thailandia, il vecchio parco storico di Sukhothai è stato la capitale del regno di Sukhothai a partire dal 1238. L’area centrale da sola contiene 21 templi, il più grande dei quali ha 200 pagode. Il parco copre circa 70 kmq ed è suddiviso in cinque zone, ognuna delle quali impone un’ammissione separata. Il Parco storico di Sukhothai è il posto migliore in Thailandia per celebrare Loy Krathong, il festival di luce tenuto nel dodicesimo mese lunare (ottobre o novembre). Durante il festival, le superfici d’acqua di Sukhothai scintillano dalle candele galleggianti e le rovine sono coperte di luci.

La foresta di mangrovie a Hua Hin – Situata a soli 30 chilometri a sud di Hua Hin, alla foce del fiume Pranburi nel Golfo della Thailandia, la foresta copre un’area di 3,17 km² e si dice che sia la più grande foresta di mangrovie in Thailandia. Qui un paio di percorsi naturalistici permettono ai visitatori di ammirare la ricchezza della vita che si nasconde tra le mangrovie. Una passerella in legno costruita dal Dipartimento dei Parchi consente ai visitatori di fare un circuito di un chilometro attraverso la foresta. Lungo la strada i cartelli indicano i diversi tipi di flora e fauna. Ad un certo punto la passerella sale, permettendo di vedere la vegetazione con le colline in lontananza.




Sangkhlaburi – Sangkhlaburi è un distretto nella parte occidentale della provincia di Kanchanaburi, confinante con la Birmania. La sua città principale chiamata anche Sangkhlaburi è situata ai margini del lago Vajiralongkorn vicino al confine con il Myanmar. La piccola cittadina rurale è un luogo remoto di foreste, cascate, piccoli villaggi e terreni agricoli e sta diventando sempre più una destinazione da visitare durante la vacanza. Da non perdere il pass delle tre pagode e il Mon Bridge, il ponte di legno più lungo della Thailandia e il secondo più lungo del mondo che misura oltre 400 metri di lunghezza.

Prasat Nakhon Luang – Il Prasat Nakhon Luang si trova a Amphoe Nakhon Luang sulla sponda orientale del fiume Pasak, nella provincia di Ayutthaya. Oltre ad essere un tempio è anche una residenza per il ritiro estivo della famiglia reale, non molto popolare tra i turisti. È stato utilizzato da vari re di Ayutthaya come un campo temporaneo in viaggio per una visita all’impronta del Signore Buddha a Saraburi o un viaggio a Lopburi. Un posto eccellente da visitare per conoscere la storia tailandese.

Wat Lokkayasutharam – Sdraiato lungo il bordo occidentale del Parco Storico al di là del Antico Palazzo, il punto forte di Wat Lokkayasutharam è un Buddha reclinabile di 42 metri di mattoni e rifinito con intonaco bianco. Il Buddha misura 37 metri di lunghezza di 8 m di altezza e di solito è coperto da un grande sarong dorato, che è quasi accecante nel sole tropicale di mezzogiorno. I devoti vengono a offrire fiori e incenso, oltre a incollare la foglia d’oro alla statua stessa per guadagnare meriti.

I campi di girasoli di Lopburi – Lopburi è una provincia abbastanza piccola nella Tailandia Centrale a circa 150 chilometri a nord di Bangkok. La provincia con la capitale che porta lo stesso nome è conosciuta principalmente per i suoi siti storici come lo Prang Sam Yot e il Palazzo Re Narai, nonché per il gran numero di scimmie che girano in varie parti della città. Lopburi ospita i più grandi campi di girasoli della Thailandia. Migliaia di acri sono pieni di questo splendido fiore giallo brillante, che fiorisce tra novembre e gennaio. Il più grande campo si trova nel quartiere di Phatthana Nikom, poco più di 40 chilometri a est della capitale della provincia.

Il parco nazionale di Erawan – Il parco nazionale di Erawan è il 12 ° parco nazionale della Thailandia e famoso per la sua cascata a sette livelli. L’attrazione principale del parco, le cascate verdi smeraldo,  sono state chiamate cosi secondo l’elefante bianco a tre teste della mitologia indù. Il livello superiore delle cascate sembra assomigliare alla testa dell’elefante. Il parco nazionale si trova nell’ovest della Thailandia, è largo circa 550 km² ed è aperto tutto l’anno.

Il museo di Erawan nella Thailandia centrale
Il museo di Erawan nella Thailandia centrale

Rispondi