Albania

L’Albania è un paese accogliente con aree naturali incontaminate, fauna selvatica protetta e numerose ricchezze archeologiche di varie civiltà. Inoltre le spiagge idilliache, il tempo caldo, i spettacolari paesaggi di montagna e i prezzi imbattibili la rendono una meta sempre più ricercata dai turisti che sono desiderosi di scoprire nuovi luoghi e nuove culture.
Cosa visitare:
La capitale, Tirana, è un luogo curioso e cosmopolita. I suoi numerosi edifici dell’epoca comunista sono stati animati con vernice brillante e in alcune parti della città si trovano spalla a spalla con l’architettura ottomana e italiana. L’atmosfera percepita è quella di una città caotica ma incredibilmente viva. Si possono visitare in particolare la Piazza Skanderberg, la moschea Ethem Bey e il Museo Nazionale di Storia.


728 x 90 IMU Leaderboard

A sud-est si raggiunge Korça, bellissima città che possiede un eccellente Museo d’arte medievale. Non mancate di visitare la sua Cattedrale e una moschea antica di 500 anni. La zona circostante ha diverse chiese ortodosse antiche decorate con splendidi affreschi. Voskopoja, nei pressi di Korça, era una volta la città più grande dei Balcani, piena di chiese e basiliche e con la propria accademia dove gli artisti venivano addestrati. Anche se le chiese non sono in ottimo stato, i fantastici affreschi meritano una visita.




A nord, nella città di Scutari non perdetevi la vista del Castello di Rozafa. Costruito prima della conquista romana, questo castello è stato l’ultima fortezza in Albania a cadere in mano agli ottomani nel 1479. Un’altra città da vedere è Kruja. Si può visitare il Museo Skanderberg o il Museo Etnografico e il suo bazar ottomano restaurato che offre i migliori negozi di souvenir in Albania.

Argirocastro, nel centro del paese, è stato designato come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO per le sue case medievali con i tetti in pietra arenaria, le sue strade acciottolate e il castello del XI secolo. C’è anche un museo di armi e un museo etnografico. Vicino, la città di Berat è un’altra destinazione popolare grazie alle sue case bianche, al suo castello, alle chiese bizantine e al museo Onufri.

Sulla costa meridionale scoprirete la Riviera Albanese con insenature e scogliere e con la maggior parte delle spiagge deserte pronte ad essere scoperte. Oltre alla città costiera di Saranda, visitate la città di Apollonia, il monastero di Ardenica, il villaggio di Vunoi, Himara e naturalmente Butrint, l’antica città greco-romana con i suoi mosaici di acropoli, teatro, battistero e le sue fortificazioni.




Cosa fare:
Escursione nelle Alpi albanesi: Le due aree con le migliori infrastrutture, in termini di alloggio e guide, sono le Alpi albanesi nel nord est e il massiccio di Tomorri a sud-est. Le agenzie organizzano escursioni a piedi, in sci e in mountain bike in tutto il paese.
Esplorare antichi siti archeologici: non mancate l’antica città greca di Apollonia e l’anfiteatro romano a Durazzo. Byllis può essere un po’ più difficile da raggiungere, ma le rovine greche, le montagne circostanti e la vista sulla valle del fiume Vjosë compensano tutta la fatica.
Rafting: Con un’imponente rete di vie navigabili interne, l’Albania ha un’abbondanza di possibilità di rafting. Per i principianti, il fiume Vjosë offre una dolce introduzione mentre i canyon spettacolari del fiume Osumi offrono più adrenalina.
Imbarcarsi sul traghetto Lago Komani: prendete il traghetto sulle acque turchesi del lago Komani, bordato su entrambi i lati con scogliere rigide e verdeggianti.
Andare in bicicletta: le montagne Gramoz da Korça a Përmet hanno ascensioni moderate e permettono di godere dei stupendi paesaggi di valli, fiumi e cime innevate.
Birdwaching: Parte del parco nazionale di Divjake-Karavasta, la laguna è il luogo di allevamento più occidentale del pellicano dalmata.


Commenti chiusi