La Romania potrebbe non essere la destinazione europea più ovvia, ma la sua storia intrigante, la sua natura mozzafiato e i suoi eccentrici resti del periodo comunista meritano sicuramente una visita. In seguito troverete informazioni sul perché visitare la Romania, 15 fatti curiosi e interessanti su questa sorprendente nazione del sud-est europeo, ricca di gemme culturali, storiche e naturali.

Perché visitare la Romania

È la casa di Dracula

La storia di Dracula fu originariamente scritta dall’autore irlandese Bram Stoker nel 1897. L’ispirazione venne da un conte romeno di nome Vlad III Draculea. Fu il capo della Valacchia nella metà del XV secolo e giocò un ruolo importante nella lotta della regione contro l’Impero Ottomano. Tuttavia è conosciuto soprattutto per la sua brutalità che gli ha dato il soprannome di “Vlad l’Impalatore”.

Infatti, Vlad III preferiva le esecuzioni tramite impalamento e eseguiva personalmente la maggior parte delle esecuzioni. La connessione con il vampirismo avvenne dal folclore della Transilvania e da altre storie su Vlad l’Impalatore.

Dracula è probabilmente la tua prima associazione con il paese e la ragione principale per visitare la Romania.

Ha montagne meravigliose e vulcani attivi

La Romania ospita le affascinanti montagne dei Carpazi e il delta meglio conservato in Europa. Nel sud della Romania, il Danubio sfocia nel Mar Nero e forma un delta incontaminato che accoglie oltre 300 specie di uccelli durante l’estate.

Il delta comprende laghi scintillanti, fiumi colorati, foreste mistiche e una delle dighe più grandi d’Europa. Le risorse naturali della Romania non sono molto conosciute e sono certamente tra le destinazioni più remote e sottovalutate degli amanti della natura.

Il Palazzo del Parlamento

Il secondo edificio amministrativo più grande del mondo si trova nella capitale rumena di Bucarest. Il Palazzo del Parlamento è stato costruito dall’ex dittatore Nicolae Ceauşescu per diventare la “Casa della Repubblica”, unendo tutte le amministrazioni del paese in un unico palazzo.

L’imponente edificio viene sorpassato solo dal Pentagono in termini di superficie degli edifici amministrativi. Il palazzo è anche l’edificio più pesante del mondo e l’edificio che contiene la più grande quantità di marmo.

L’edificio oggi ospita le due camere del parlamento rumeno, nonché sale per conferenze e parti dell’università. Nonostante il suo uso corrente, il 70% del palazzo rimane completamente vuoto.

Sede della “migliore strada del mondo”

Questa è la strada migliore del mondo – ha detto Jeremy Clarkson in un episodio di Top Gear paragonando la Transfagarasan Highway a una pista di Formula 1. La strada infatti sembra una combinazione di tutte le grandi piste del mondo ed è un ottima ragione per visitare la Romania.

L’autostrada ha però anche un passato oscuro. È stata costruita negli anni ’70 per ordine di Ceauşescu e la sua costruzione ha causato la morte di almeno 40 lavoratori.

Ceauşescu infatti voleva una via di fuga rapida attraverso le montagne carpatiche in una posizione strategica in caso di invasione sovietica. La strada ovviamente non ha mai adempiuto a questo scopo specifico.

Transfagarasan offre una straordinaria esperienza di guida tra le imponenti montagne di Fagaras attraverso tunnel e strade tortuose che hanno avuto bisogno di 6.500 tonnellate di dinamite per essere costruite.

Ha uno dei cimiteri più bizzarri del mondo

perchè-visitare-la-romania-sapanta

Il villaggio di Sapanta ospita il Cimitero Allegro, uno dei più stravaganti del suo genere. Progettato dall’artista locale folk Stan Ioan Patras, le croci mostrano messaggi satirici scritti dal defunto.

Il cimitero rappresenta un’approccio giocoso verso la morte che si ispira agli antichi Daci che credevano che la morte di una persona avrebbe preceduto il suo viaggio verso una vita migliore.

È la patria del mammifero più grande d’Europa

La Romania è uno dei pochi paesi in cui il bisonte europeo è riapparso negli ultimi decenni. Quasi cacciato fino all’estinzione, il colosso di 635 kg può ora essere incontrato in branchi nei Carpazi.

Sentiamo spesso parlare di specie estinte o quasi estinte, ma il bisonte europeo è un ottimo esempio del fatto che a volte misure protettive possono portare alla risurrezione di un grande mammifero.

Vanta splendide chiese e castelli

perchè-visitare-la-romania-castello-peles

La Romania vanta la chiesa in legno più alta del mondo e la più grande chiesa gotica tra Vienna e Istanbul, la Chiesa Nera di Brasov.

Oltre alle chiese, la Romania ha alcuni dei castelli medievali più pittoreschi e suggestivi di tutta l’Europa. Alcuni dei migliori includono Corvinilor a Hunedoara e Peles a Sinaia oltre alla già citata casa di Dracula.

È servita come scenario in Borat

Borat potrebbe essere uno dei più famosi kazaki, ma pochi sanno che le scene nella sua città natale sono state effettivamente girate in Romania. Il film ha usato la città di Glod e gli abitanti della zona sono stati scelti come comparse. In seguito, i residenti hanno intrapreso un’azione legale infruttuosa contro i creatori del film, sostenendo che non erano a conoscenza del suo argomento.

Ha copiato i segni di Hollywood

Cosa c’è di meglio di un segno di Hollywood? Esattamente, due segni di Hollywood. Le città rumene di Brasov e Rasnov eressero entrambi dei cartelli con il loro nome posizionati in cima alle montagne della Transilvania e con vista sulle città. Entrambi i cartelli sono chiaramente visibili da tutti i rispettivi centri città ed entrambi sono illuminati di notte.

I cartelli non sono gli unici a ricordare Hollywood. L’intera regione con i suoi paesaggi è stata utilizzata in innumerevoli film statunitensi, in particolare Cold Mountain e Anaconda III. Questa è un’ottima ragione per visitare la Romania.

Invenzioni rumene

Tra i fatti più interessanti sulla Romania ci sono sicuramente anche le numerose invenzioni rumene che nessuno conosce. Se ami il caffè, dovresti sapere che l’inventore della macchina per caffè espresso automatica, Francesco Illy, è nato in Romania.

Oltre al caffè, lo scienziato rumeno Nicolae Paulescu ha scoperto l’insulina e l’inventore rumeno Traian Vuia è stato il primo europeo a costruire e pilotare uno dei primi aeroplani a propulsione interamente autonoma nel 1906. Si trattò in effetti del primo veicolo che riuscì a decollare senza alcun aiuto esterno.

La Romania ha un Monte Rushmore locale

Sulle rive del Danubio si trova una gigantesca scultura in pietra scolpita in una scogliera tra il 1994 e il 2004, da vedere quando si intende visitare la Romania.

La statua si trova ai cosiddetti “cancelli di ferro” al confine con la Serbia e rappresenta Decebalo, l’ultimo re della Dacia che sconfisse i Romani nel I secolo d.C. Scolpita sulla roccia a 42,8 m, è la scultura in pietra più alta d’Europa.

Le sovradimensioni di Bucarest

Se vuoi vedere una città completamente sovradimensionata con monumenti megalomani e simboli comunisti, Bucarest è il primo indirizzo in Europa.

La città ha il più grande palazzo in Europa, la più grande via d’Europa, uno dei più grandi archi trionfali del mondo e molti altri ricordi di ciò che l’architettura comunista rappresentava.

Questi edifici sono ancora presenti, ma il loro significato è ormai un lontano ricordo. La Romania è passata a diventare una repubblica moderna e membro dell’Unione europea.

Ha uno dei più grandi ghiacciai sotterranei in Europa

Il bellissimo ghiacciaio Scarisoara si trova sotto i monti del Bihor e viene definito il secondo ghiacciaio sotterraneo più grande d’Europa.

Una popolare attrazione turistica, il ghiacciaio ha un volume di oltre 75.000 metri cubi e la sua formazione risale a oltre 3.500 anni fa.

Ha la più grande popolazione europea di orsi bruni

Oltre al bisonte menzionato in precedenza, i Carpazi hanno anche la più grande popolazione di orsi bruni in Europa al di fuori della Russia.

La catena montuosa rumena ospita infatti oltre 6.000 orsi bruni, un numero impressionante per un paese europeo di medie dimensioni, considerando che ci sono solo circa 200.000 orsi bruni in tutto il mondo.

È l’unico paese dell’Europa orientale con una lingua romana

Tra i fatti più interessanti sulla Romania c’è indubbiamente anche la sua lingua. La lingua rumena è parlata da circa 26 milioni di persone e fa parte della famiglia delle lingue romane orientali.

A differenza di altri paesi dell’area, il rumeno non ha origini slave ma latine. La lingua è infatti parte del cosiddetto romanzo balcanico che si separò da diversi dialetti volgari latini tra il V e l’VIII secolo.

Oggi la lingua è parlata soprattutto in Romania e Moldavia, a parte le comunità di immigrati in altri paesi. Il rumeno è anche una delle 25 lingue ufficiali dell’Unione europea.

Ti potrebbe interessare anche:

 

perchè-visitare-la-romania-castello-peles

Benvenuto sul sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.