rio-de-janeiro-brasile-pan-di-zucchero

Spesso i brasiliani dicono che vivono in un continente piuttosto che in un paese. Ed in parte non sbagliano, la superficie del Brasile è più grande di quella degli Stati Uniti, se si esclude l’Alaska. Per rendere meglio l’idea, il viaggio da Recife a est fino al confine occidentale con il Perù è lungo come quello da Londra a Mosca.

Il Brasile non ha montagne paragonabili alle vicine Ande, ma ha tutta la varietà paesaggistica e culturale che ci si aspetta da un così vasto paese. Nonostante l’enorme distesa degli interni, circa i due terzi della popolazione del Brasile vivono vicino alla costa e ben oltre la metà vive in città.

Il più grande paese del Sud America offre infinite avventure e paesaggi per tutti i gusti immaginabili. Anche se è impossibile ridurre le sue attrazioni in un unico elenco, abbiamo cercato di elencare in seguito i luoghi più belli da vedere in Brasile.

Cosa vedere in Brasile

Fernando de Noronha, Pernambuco

cosa-vedere-in-Brasile-Fernando-de-Noronha

Fernando de Noronha è un arcipelago vulcanico di 21 isole nell’Oceano Atlantico di cui solo la più grande è abitata, il resto è stato dichiarato Parco Nazionale Marino.

Questo paradiso terrestre è considerato uno dei migliori punti di immersione in Brasile ed è perfetto per coloro che desiderano godersi la natura allo stato puro, riposando sulle sue deliziose spiagge o osservando la sua flora e fauna. Nel 2001 l’UNESCO ha dichiarato Fernando de Noronha patrimonio naturale dell’umanità.

Come arrivare: il primo passo è raggiungere Recife, la capitale del Pernambuco o Natal, la capitale del Rio Grande do Norte. Ci sono voli giornalieri in partenza dalle principali città del Brasile.


Cascate dell’Iguazù, Paraná

iguazu-cascate-brasile-argentina

Una delle 7 meraviglie naturali del mondo, le cascate di Iguazù, si trova al confine tra Argentina e Brasile. È uno spettacolo della natura e sicuramente uno dei luoghi imperdibili del Brasile, ma vale la pena fare anche un salto dall’altra parte del confine per vedere la parte argentina delle cascate. Sul lato argentino si possono vedere le cascate più da vicino, mentre sul lato brasiliano si gode di una visione completa di esse.

Oltre a rimanere ore a guardare la maestosa caduta delle sue acque si può anche seguire il percorso verso la Garganta del Diablo, dove la nebbia prodotta dal soffio dell’acqua ti avvolge completamente. Intorno alle cascate c’è un’impressionante giungla subtropicale.

Come arrivare: Per vedere le cascate sul lato brasiliano, la città più vicina dove poter soggiornare è Foz do Iguaçu. La città è molto ben collegata con qualsiasi parte del Brasile e può essere raggiunta in aereo, nave, treno, autobus o macchina.


Parco nazionale Lençóis Maranhenses, Maranhão

cosa-vedere-in-Brasile-Lençóis-Maranhenses

Sulla sponda nord del Brasile, nello stato di Maranhão, si trova il Parco Nazionale Lençóis Maranhenses: un’area di circa 1500 km2 di dune bianche e lagune blu, senza dubbio uno dei luoghi più incredibili del Brasile.

Nonostante sia un deserto, le sue piogge sono abbondanti (circa 300 volte in più rispetto al Sahara). Le lagune sinuose protette da dune di sabbia bianca rendono Lençois Mahrenenses una destinazione quasi onirica. Il periodo migliore per visitarlo è tra giugno e settembre, perché è tra gennaio e maggio che le lagune si riempiono di acqua grazie alle piogge.

Come arrivare: a Barreirinhas, la città più vicina, c’è una vasta gamma di hotel, locande e agenzie turistiche che offrono visite a Lençois Mahrenenses.


Rio de Janeiro

rio-de-janeiro-brasile-pan-di-zucchero

Se dovete scegliere quale tra le città più importanti del Brasile visitare, sarà Rio de Janeiro senza il minimo dubbio. È una città che ha tutto. Le viste dal Cristo Redentore o dal picco Pan di Zucchero, alto 396 metri, sono davvero sorprendenti.

Copacabana o Ipanema sono tra le spiagge più belle del Brasile, hanno un’atmosfera molto speciale. All’interno della città si possono visitare il Parco Naturale Tijuca con scimmie e tucani, e il Barrio de Santa Teresa.

Non dovete perdere le scale di Selaron, uno dei luoghi più colorati della città, e Pedro Do Telegrafo, una pietra che sembra essere sospesa sul bordo di un abisso dove molti si divertono a scattare bellissime foto.

Trova un hotel a Rio de Janeiro

Paraty

paraty-porto-chiesa

Paraty è una bellissima città coloniale, ben conservata e ricca di cultura e fascino, che è stata testimone dei tempi del commercio dell’oro. Situata sulla Costa Verde, ha un incantevole centro storico del XVI secolo. Vicino a Paraty troverete più di cinquanta piccole isole e uno sfondo naturale di montagne, cascate e spiagge di acque color smeraldo.

Trova un hotel a Paraty

Salvador di Bahia

cosa-vedere-in-brasile-salvador-de-bahia

Una vera culla della cultura brasiliana, Salvador è una delle città più belle da vedere in Brasile, grazie alla sua colorata architettura coloniale e al suo patrimonio misto. Qui troverete entrambe le tracce della cultura portoghese e di quella africana, sia nella gastronomia che nelle tradizioni. L’atmosfera che prevale in Salvador è gioiosa, multietnica e accattivante.

Tra i luoghi più belli della città c’è Pelourinho, il centro storico elencato come patrimonio mondiale dell’UNESCO. Da non perdere il faro di Barra e le sue spiagge, la piazza Dinha nel distretto di Rio Vermelho e le spiagge di Itapua.

Trova un hotel a Salvador di Bahia

La foresta pluviale amazzonica

C’è qualcosa di mistico nella foresta amazzonica, una delle ultime regioni selvagge del nostro pianeta che copre il 60% del territorio brasiliano. Le città di Manaus e Belém sono un’ottima base da dove partire per visitare il cuore dell’Amazzonia. Meglio andare tra maggio e giugno per evitare sia la stagione delle piogge che il caldo estremo.


Jericoacoara

Jericoacoara ha una delle spiagge più belle del nord del Brasile. È una città molto tranquilla in un meraviglioso ambiente naturale con lunghe spiagge e grandi dune di sabbia. Al tramonto ci si può arrampicare sulle dune principali della città e godersi gli splendidi tramonti nel mare.

Da Rio de Janeiro si prende un aereo per Fortaleza e da lì si viaggia in autobus che lascia a pochi chilometri dalla città alla quale si accede finalmente solo con veicoli fuoristrada, poiché Jericoacoara si trova tra dune di sabbia.

Trova un hotel a Jericoacoara

Recife e Olinda

Rappresentano con orgoglio la regione del Pernambuco. Chiamata anche la “Venezia del Brasile” Recife è famosa per il suo folklore che si anima durante il Carnevale. Musiche, balli, costumi, lo stile della regione è unico e colorato con un’architettura tipica delle culture portoghesi e olandesi.

Alle porte della città, si può scoprire Olinda, un adorabile paesino multicolore, patrimonio mondiale dell’UNESCO. Infine, sulla costa, si possono godere spiagge favolose, degne di cartoline.

Trova un hotel a Recife

Altri siti da visitare in Brasile

Il Parco Nazionale Chapada Diamantina nello stato di Bahia con le sue escursioni tra una lussureggiante vegetazione, fiumi, cascate e laghi sotterranei dai colori incredibili. Da non perdere Cachoeira da Fumaça, la seconda cascata più alta del Brasile con oltre 400 metri.

La baia di Angra dos Reis, a sud di Rio, è composta da 365 isole, tra cui l’Ilha Grande per nuotare in alcune delle spiagge più belle del Brasile.

Tra San Paolo e Rio c’è la costa montuosa della Costa Verde su cui si viaggia tra foreste, spiagge e bellissime isole.

A nord di Salvador de Bahia, la Costa del Coco si estende per 200 km ed è composta da palme da cocco ed eucalipto.

Come arrivare in Brasile

Tranne con alcune navi da crociera, l’unico modo per raggiungere il Brasile dall’Italia è in aereo. TAM, TAP e GOL sono le compagnie aeree che forniscono la maggior parte dei voli per e all’interno del paese. In linea di principio, la GOL è più economica della TAM, ma è sempre meglio confrontare le loro tariffe.

Trova le ultime offerte sui voli per Brasile

 

Come muoversi in Brasile

I bus in Brasile sono puliti, confortevoli, sicuri e puntuali. La rete di autobus è davvero ben organizzata ed è uno delle migliori scelte per il trasporto, anche perché sono particolarmente convenienti. Tuttavia per le lunghe distanze il loro prezzo difficilmente compete con quello dell’aereo.

Su distanze medie e lunghe, di solito si può scegliere tra tre tipi di autobus: convencional (senza aria condizionata o WC), executivo (con aria condizionata, bagni, sedili reclinabili e distributori di caffè acqua) e Leito (sedili in posizione quasi orizzontale, con cuscini e coperte), ma circa due volte più costoso del convencional.

In molte aree l’auto rimane il mezzo più piacevole e comodo di trasporto. In teoria, non si viaggia veloce in Brasile, il limite è di 80 km/h, e molti camion non sono facili da superare sulle strade strette.

Il treno praticamente è un mezzo di trasporto inesistente tranne per servire la periferia di Rio.

Quando visitare il Brasile

Il Brasile è così vasto che è quasi impossibile definire il momento ideale per visitare il paese. Non c’è uno solo, ma diversi clima, a seconda della regione in cui si va. Il paese è situato nell’emisfero australe e le stagioni sono invertite rispetto alle nostre.

I periodi migliori in base alle zone sono:

  • Nord-Est: da settembre a metà dicembre
  • Amazzonia: da giugno-luglio fino a ottobre (stagione secca)
  • Salvador de Bahia: da settembre a metà dicembre
  • Rio de Janeiro e sud del Brasile: da giugno a settembre (inverno australe)

Informazioni necessarie

Moneta

La moneta brasiliana è il Real, in questi giorni il cambio è di 3,9 Reales per ogni Euro cambiato. È possibile effettuare molti acquisti anche con una carta di credito e prelevare dal bancomat o agli sportelli bancari. La carta Visa è la più comune, seguita da MasterCard e Diners Club.

Energia Elettrica

L’energia elettrica può variare, a volte è 110 V e a volte 220 V, dipende dai luoghi. Le prese elettriche hanno due spinotti rotondi, come nell’Europa continentale.

Documenti

Gli italiani che si recano in Brasile per turismo o affari non hanno bisogno di un visto ma occorre avere un passaporto con 6 mesi di validità. La permanenza massima è di 90 giorni, prorogabili di altri 90 giorni. Comunque è necessario essere in possesso del biglietto di ritorno, inoltre in certi casi viene richiesta prova di avere le sufficienti risorse economiche.

Le cascate dell'Ignazú
Le cascate dell’Ignazú in Brasile

Benvenuto sul sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.