Il fenomeno delle spiagge che si illuminano di notte: dove e perchè

0
653

Molto spesso i turisti in vacanza in destinazioni esotiche restano meravigliati, passeggiando di notte lungo le spiagge, dal fenomeno naturale che trasforma l’oceano notturno in un firmamento di stelle.

Mentre le onde si rompono sulla riva sabbiosa o i piedi nudi passano sulla sabbia bagnata, appare un bagliore luminoso azzurro intenso lungo tutta la costa bagnata dall’oceano. Questo effetto magico è causato dal plancton bioluminescente presente nelle acque calde costiere.



Gli scienziati hanno recentemente scoperto che questo tipo di plancton brilla quando si stressa a causa del movimento. Questo può essere dovuto al movimento delle onde che si infrangono lungo la riva o dei piedi che muovono il sottile strato d’acqua lungo la costa mentre si cammina.

Questo tipo di plancton (il fitoplancton), chiamato Lingulodinium polyedrum, produce luce usando una sostanza chimica chiamata luciferina, che crea autonomamente. La luce che il piccolo plancton emette è chiamata ‘luce fredda’, perché inferiore al 20% della luce generata dal calore. Infatti fotografare questo straordinario fenomeno non è facile, solo fotografi professionisti riescono a catturare questi colori brillanti.



Le vaste aree degli oceani sono molto popolate dal plancton incandescente, ma l’effetto è particolarmente comune nelle lagune di acqua calda con aperture strette al mare. Ciò provoca che il plancton si raccolga in gran numero lungo la costa.

Dove vedere l’effetto del plancton bioluminescente?

Se si vuole vedere il fenomeno delle spiagge che si illuminano di notte (plancton bioluminescente) ci sono vari luoghi in tutto il mondo dove questo fenomeno si verifica.

Le Maldive sono famose per le splendide spiagge bianche e per la vita marina, inoltre quasi tutte le isole sono “abitate” dal plancton incandescente. Il miglior periodo per assistere a questo fenomeno è da metà estate fino all’inverno anche se può verificarsi durante tutto l’anno.

La costa di San Diego e di Leucadia in California e le Everglades in Florida sono altri luoghi dove spesso il fenomeno viene segnalato. Altri paesi dove si può osservare il plancton bioluminescenti sono la Thailandia, l’Australia, il Vietnam, Puerto Rico e la Giamaica.

Ecco una lista più dettagliata:

Padang Bai, Bali, Indonesia – Questa è una delle baie più trafficate di Bali. Qui passa il traghetto pubblico che va da Bali a Lombok e ci sono diversi punti di immersione che vale la pena di esplorare. Ma chi esplora la baia di notte ha il privilegio unico di assistere in prima persona allo spettacolare fenomeno del plancton bioluminescente.

Laguna di Trelawny, in Giamaica – è una popolare attrazione turistica per la sua bioluminescenza naturale. Si può prendere una barca e osservare la scia luminosa che lasciano i pesci nuotando, o persino fare una nuotata da solo! Questa laguna è una delle più luminose al mondo grazie al suo clima caldo.

Halong Bay, Vietnam – un’altra baia che presenta bioluminescenza dal movimento. Se ci si mette in movimento nell’acqua, una scia luminosa ti seguirà. La baia è perfetta per il nuoto e per vedere il fenomeno della bioluminescenza, sopratutto quando l’acqua è calma e la luna non è troppo alta nel cielo (ancora meglio durante la luna nuova). 

Reethi Beach, Maldive – uno dei fenomeni di bioluminescenza più fotografato al mondo è quello alle Maldive. Qui l’acqua brilla di un blu intenso e la sabbia si trasforma in un pezzo di cielo. Oltre Reethi Beach, le splendide spiagge blu sono state viste anche all’isola di Rangali, Vaadhooe, Fihalhohi, Embedu,… e sono particolarmente evidenti quando la luna non è luminosa. 

Mosquito Bay, Vieques, Puerto Rico –Puerto Mosquito si trova sulla costa meridionale dell’isola di Vieques. Questa magica baia bioluminescente è stata ufficialmente dichiarata la più luminosa registrata nel mondo dal Guinness Book of World Records 2008. Prova a visitare la baia quando c’è una nuova luna, perché questo è quando il bagliore è migliore.

Mission Bay, San Diego, California – In questa parte di San Diego, le onde dell’oceano sono rosse durante il giorno e blu neon di notte a causa delle quantità massicce di alghe bioluminescenti. A volte queste alghe possono emettere tossine pericolose per la salute, quindi bisogna controllare se si può fare una nuotata o meno. Se non si può nuotare, si può sempre fare un giro in kayak per scattare foto del meraviglioso fenomeno.

Toyama Bay, Giappone – Qui il fenomeno della baia luccicante non è dovuto al plancton ma alla presenza di un particolare calamaro luminescente, il calamaro lucciola. Tra marzo e giugno il litorale lungo 14 km di Toyama Bay diventa uno spettacolo di luci scintillanti. 

Manasquan Beach, New Jersey – quando la marea è bassa, è possibile assistere ai brillanti colori rosso di giorno e blu di notte che provengono dalle alghe. Il periodo migliore per assistere a questa bioluminescenza è nei mesi estivi tra luglio e settembre.

Isole Matsu, Taiwan – Conosciuta localmente come “lacrime blu”, la bioluminescenza è una cosa normale su questo arcipelago nel Mar Cinese orientale. Quando le condizioni sono giuste, l’acqua si illumina come un albero di Natale.



Altri luoghi dove osservare le spiagge che si illuminano di note:

Ton Sai a Krabi, Koh Phi Phi, Thailandia
Gippsland Lakes e Cairns in Australia
Swami’s Beach, Mission Bay, California
Torrey Pines Beach, Jolla Beach e Huntington Beach, California
Cocoa Beach, Florida
Sam Mun Tsai Beach, Hong Kong
Koh Rong in Cambodia

Quando vedere le spiagge che si illuminano di notte

Più forte è il chiaro di luna, più difficile è vedere il plancton fluorescente. Il modo migliore per aumentare le tue possibilità di vedere la bioluminescenza è assicurarti di andare durante la luna nuova.



Il fenomeno delle spiagge che si illuminano di notte: dove e perchè
Il fenomeno delle spiagge che si illuminano di notte: dove e perchè

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.