Esplorare nuove città è sempre un piacere, ma è ancora più eccitante quando queste destinazioni sono colorate. Che si tratti di una strada con tutti i colori dell’arcobaleno o di una intera città in un monocromatico blu o rosa, i colori di un luogo possono lasciare un’impronta duratura nei nostri ricordi di viaggio.

Paesi di tutto il mondo, dal Cile al Sudafrica, fino a Cuba, ospitano città che hanno ignorato il convenzionale, per proporre qualcosa di completamente nuovo. E i viaggiatori non possono che apprezzare!

Scopriamo le città più colorate del mondo!



BURANO, ITALIA

Burano, Italia, città più colorate

È facile scorgere dal mare l’isola veneziana di Burano, le case dai colori vivaci giocano in qualche modo il ruolo del faro. Secondo le tradizioni dell’isola, i pescatori locali hanno iniziato a dipingere le loro case con colori vivaci (sfumature di arancione, rosso, giallo e viola) in modo che potessero trovarli nella nebbia al loro ritorno dalla pesca. Ora, questa pratica è diventata una legge, e se vivi sull’isola e vuoi dipingere la tua casa, devi chiedere il permesso al governo, che assegnerà un colore alla tua casa. Queste case attirano viaggiatori da tutto il mondo.

 

BO-KAAP, CITTÀ DEL CAPO, SUDAFRICA

Bo-Kaap
Precedentemente noto come il quartiere malese (questo è il luogo in cui vivono i discendenti delle persone delle odierne Malesia, India e Indonesia che furono deportati dalla Compagnia delle Indie Orientali per servire come forza lavoro nel XVIII secolo), gli edifici colorati di Bo-Kaap risaltano tra le strutture più tradizionali di Città del Capo. Le moschee e le case a Bo-Kaap, un quartiere storicamente musulmano, sono un arcobaleno di blu abbagliante, fucsia, giallo e verde. Mentre il quartiere è uno dei più antichi della città (risale al 16 ° secolo), i residenti hanno recentemente iniziato a trasformare le loro case. È un’espressione di libertà, una celebrazione di Ramadan ed Eid, o forse un semplice desiderio di esprimere il suo lato artistico …



WILLEMSTAD, CURACAO


I Caraibi sono zeppi di oasi color pastello, ma uno dei nostri preferiti è Curacao, un’isola incontaminata delle Piccole Antille. La gente del posto dice che all’inizio del diciannovesimo secolo, il governatore generale olandese Albert Kikkert soffriva di emicranie causate dal riflesso del luminoso sole dei Caraibi sugli edifici bianchi. Ha emesso un decreto per dipingere tutte le strutture di qualsiasi colore tranne che di bianco, e da allora una serie di colori pastello adornano gli edifici dell’isola.

 

JODHPUR, INDIA

La città blu dell’India, situata nello stato occidentale del Rajasthan, è un colorato promemoria del sistema di caste indiano. In passato, i bramini, le cosiddette classi superiori, dipingevano le loro case nella tonalità blu reale per differenziare le loro proprietà da quelle della classe inferiore. Nel tempo, le altre case hanno semplicemente seguito l’esempio. Molti credono che il colore sia popolare oggi per una serie di motivi, incluso quello della tradizione. La composizione chimica della vernice blu sarebbe una buona difesa contro le termiti e le zanzare, il colore mantiene le case fresche in questa regione molto soleggiata. E, sopratutto, questo colore brillante è anche molto bello!



LA BOCA, BUENOS AIRES, ARGENTINA

Caminito, la famosa strada caleidoscopica di Buenos Aires, si trova sulle rive del fiume Riachuelo. Per quanto stravagante come questo quartiere, le sue facciate fantasiose hanno una spiegazione molto razionale: le case sono state costruite dagli scarti del cantiere locale e dipinte con i resti di vernice disponibili. Oggi, il blocco dai colori vivaci illumina questo quartiere popolare e ne fa una meta turistica per i visitatori di tutto il mondo.

 

JAIPUR, INDIA

jaipur, india
Jodhpur non è l’unica città colorata del paese. C’è Udaipur, la città bianca, Nagpur, la città arancione e Jaipur, la città rosa. La capitale del Rajasthan ha goduto di uno strato di pittura rosa nel 19° secolo, quando l’India era ancora una colonia britannica. Per onorare la visita del Principe Alberto, la città è stata dipinta con una tonalità tradizionalmente associata all’ospitalità. Da allora, una legge è stata promulgata per mantenere la città rosa e accogliente per i visitatori.



PROCIDA, ITALIA

Procida

Procida, l’isola al largo della costa di Napoli è bellissima e colorata. Le strade strette sono accompagnate da edifici color sorbetto che si ergono sopra acque scintillanti. I colori più spettacolari sono a Marina Corricella, dove la tradizione vuole che i pescatori dipingessero le loro case con colori vivaci in modo da poterli riconoscere dal mare.

 

TRINIDAD, CUBA

trinidad
Situati nella provincia cubana di Sancti Spíritus, gli edifici della città di Trinidad del XVI secolo riflettono l’ambiente naturale: il verde della canna da zucchero, il blu dell’oceano e il giallo del sole, a volte tutti mescolato sulla facciata dello stesso edificio. Patrimonio mondiale dell’UNESCO, Trinidad è stata costruita con denaro in gran parte derivato dal commercio degli schiavi, e la conseguente cultura afro-cubana è rappresentata nelle strade colorate. Tra i luoghi da non perdere, l’ex convento di San Francisco, il Palacio Brunet e il Palacio Cantero.



BALAT, ISTANBUL, TURCHIA

Credit photo: Flickr – Moyan Brenn
Credit photo: Flickr – Moyan Brenn

Fuori dai sentieri battuti di Istanbul, le colorate case dei quartieri di Balat e Fener sono esempi delle comunità storiche nei quartieri ebraici e greci della città. Dopo essere caduti in rovina negli anni ’60 e ’70, i quartieri sono ora nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO e molte delle case dai colori vivaci sono state rinnovate.

 

JÚZCAR, SPAGNA

juzcar, spain
Mentre molte delle città più colorate al mondo hanno ragioni storiche per le loro diverse sfumature, Júzcar ha una spiegazione molto più moderna: Hollywood. Nel 2011, la Sony Pictures ha chiesto a questa enclave andalusa di poter dipingere la città in blu per le esigenze del film d’animazione I Puffi. Quando il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche, Sony ha proposto di ripristinare il villaggio con il tipico colore bianco. Gli abitanti di Júzcar, tuttavia, si erano abituati ai turisti e votarono per mantenere la città blu. Júzcar ora ha la particolarità di essere l’unico villaggio dei Puffi nel mondo e il villaggio ospita regolarmente tour ed eventi attorno a questo tema.

 

VALPARAISO, CILE

valparaisoPersino il poeta cileno Pablo Neruda non ha potuto fare a meno di difendere il fascino della città in cui un tempo viveva. Il centro storico del porto della città è ora riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità e dietro le facciate vibranti e talvolta disordinate, ci sono club, ristoranti e negozi di ogni genere. Gli artisti di strada, nel loro stile, trasformano rapidamente le strade (e anche la funicolare) in gallerie d’arte all’aperto.



PACHUCA, MESSICO


Nel quartiere Palmitas di Pachuca, in Messico, nel 2015 è nato un enorme affresco, che copre 20.000 m² di superficie su 209 case e le loro facciate. Non solo rallegra la favela costruita su questa collina, ma il progetto ha sradicato la violenza giovanile e creato molteplici posti di lavoro. Nel complesso, ci sono voluti cinque mesi per completare l’affresco.

 

SAN JUAN, PORTO RICO


Attraversa la Vecchia San Juan, Porto Rico, e potresti non vedere mai due volte lo stesso colore. Dalle lavanda al lime, gli edifici sono un complemento rilassante e fotogenico delle strade di ciottoli della città storica e dei pittoreschi panorami sul mare.

 

MENTONE, FRANCIA

Questa cittadina relativamente piccola di 30.000 persone in Costa Azzurra potrebbe non avere lo stesso aspetto dei suoi vicini, ma gli edifici in oro, salmone e ciliegio di Mentone lo rendono altrettanto attraente.



SIGHISOARA, ROMANIA

Situato nella regione storica della Transilvania, Sighisoara potrebbe non essere sul radar di molti viaggiatori, ma è un peccato. Questa città medievale a misura di pedone presenta edifici dai colori vivaci, giallo, rosa e verde che invitano ad essere fotografati. Passeggia per le strade acciottolate e goditi i panorami in una delle tante piazze piene di ristoranti della città.

 

COPENHAGEN, DANIMARCA

Nyhavn è un bellissimo quartiere portuale nella capitale danese di Copenhagen. Le case colorate su entrambi i lati del canale e le navi di legno sono l’attrazione principale di Nyhavn. Oggi le suggestive case gialle, arancioni e blu, alcune risalenti al 1681, sono state rinnovate e ristoranti di lusso riempiono il vecchio porto. Molte di loro sono state la dimora di famosi artisti danesi. La casa n. 20 era utilizzata un tempo dal famoso autore danese Hans Christian Anderson.



CHEFCHAOUEN, MAROCCO

Situato nelle montagne del Marocco in Marocco, Chefchaouen è spesso meglio conosciuto, grazie a Instagram e Pinterest, come la “Città blu”. Le strade di ciottoli e i passaggi sono incorniciati da edifici storici dipinti in varie sfumature di ciano, azzurro polvere e violetto. Le teorie abbondano sul perché i residenti hanno scelto il blu; alcuni dicono che è per combattere le zanzare, mentre altri dicono che i locali ebrei in fuga dall’Inquisizione spagnola usavano la vernice blu per simboleggiare il cielo e il paradiso.

Benvenuto sul sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.