Marrakech la citta piu visitata del Marocco
Marrakech la citta piu visitata del Marocco

Marrakech è la città più visitata del Marocco. Qui troverai folle di turisti, e certe volte ti sentirai un po’ travolgere se sei nell’ora di punta nei luoghi più visitati, quindi organizzare bene la visita ti aiuterà a gustare la vera Marrakech. Se stai pensando di visitare questa città, in seguito troverai alcuni consigli su cosa vedere a Marrakech, le principali attrazioni da non perdere.

L’antica e magica Marrakech, piena di palazzi, moschee, mercati e giardini, è una di quelle città da non perdere. La sua Medina circondata da una grande muraglia e porte d’ingresso, è spettacolare, e soggiornare in uno dei suoi riad è il meglio che puoi fare per goderti l’autentica essenza della città.

Cosa vedere a Marrakech

La citta di Marrakech contiene l’anima moderna del Marocco, i siti ed i musei più interessanti del paese e la più viva di tutte le medine, la cui intensità può meravigliare il turista. Abbiamo stilato un elenco di ciò che riteniamo siano i luoghi principali da vedere a Marrakech.

La Medina e il suo Souk

Cosa-vedere-a-Marrakech

Nei paesi di influenza araba, la parte più antica della città è chiamata medina, ma prima che si sviluppasse la periferia più moderna, questa parte costituiva l’intera città.

La medina di Marrakech, che è patrimonio dell’umanità dall’UNESCO dal 1985, ha una superficie di circa 600 ettari con circa 28.000 case in cui vive il 20% della popolazione della città.

È circondata da un muro di 19 chilometri e le pareti, costruite con un’argilla rossastra, cambiano tonalità mentre il sole si sposta durante il giorno. Ha 10 porte d’ingresso impressionanti, tra cui spicca la Porta Bab Agnaou del 12° secolo, con bassorilievi e colori verdi. Altre porte interessanti sono quella di Bab el Robb, Bab Doukkala, Bab el Debbagh, Bab el Jadid e Bab el Khemis.

La Medina di Marrakech è grande, e può risultare molto confusa, con tortuose strade coperte, stretti vicoli senza uscita, e centinaia di stradine laterali che nessuna macchina può percorrere.

Parte del divertimento può essere scoprire la Medina da soli perdendosi nelle sue stradine, ma può anche diventare stressante, quindi se non vi sentite sicuri è meglio affidarsi ad una guida locale.

Dentro la Medina incontrerete il famoso quartiere del souk della città rossa, situato nel cuore della Medina, a nord di Jemaa al-Fnaa ea cinque minuti a piedi da Riad Dar Habiba, Riad Cinnamon, Papillon e Riad Star.

I souk di Marrakech sono i più grandi che si possano trovare in tutto il Marocco ed è stupefacente pensare che durante questi ultimi mille anni i suoi negozi sono cambiati pochissimo. Dentro di loro potrai trovare dolci, caffettiere, pantofole, borse di cuoio e persino piccoli magneti. Sapori, odori, colori riempiono l’atmosfera ovunque tu vada.

Piazza Jemaa El Fna

Tra le più conosciute attrazioni da vedere a Marrakech c’è la piazza Jemaa el Fna, centro nevralgico della città. Tutte le vie che attraversano la Medina iniziano o terminano in questa piazza.

Durante il giorno, piazza Jemaa el Fna è un paradiso dello shopping, e allo stesso tempo un eccitante e divertente posto dove approfondire la conoscenza della cultura marocchina. Ci sono souk che vendono tappeti, spezie, opere di metallo e legno, e vari gingilli turistici.

Di notte l’aria delle strade si riempie degli odori delle deliziose specialità vendute, dei suoni della musica marocchina, di incantatori di serpenti, di chiromanti e le scimmie trasformano la piazza in un circo medievale.

Uno dei posti migliori per contemplare l’imponente piazza dall’alto e per godersi un tramonto spettacolare è dalla terrazza del Café Glacier.

Giardino Majorelle

Il subtropicale Giardino Majorelle si trova nel cuore di Gueliz, all’interno della città imperiale di Marrakech. Si tratta di uno dei luoghi più affascinanti e spettacolari all’interno di questa città fatta di mura rosse. Il Giardino Majorelle fu disegnato dall’artista francese Jacques Majorelle nel 1924.

I suoi edifici sono impreziositi da una tonalità unica di blu cobalto. Il giardino, che si estende su una superficie di 12 ettari, è impreziosito da fiori e piante provenienti da tutto il mondo, cactus, bambù, piante acquatiche, cocco, banani e bouganville multicolori.

Da non perdere anche il piccolo e ben curato Museo di Arte Islamica di Marrakech, che si trova dentro al giardino.

Il minareto di Koutoubia

La moschea Koutoubia è il più emblematico edificio religioso da vedere a Marrakech. È stata costruita dagli Almohade nel 1162, vicino all’ex souk dei librai, da qui il soprannome di Koutoubia, “la moschea dei librai”.

La moschea Koutoubia si trova tra la Medina di Marrakech e la Città Nuova a 200 metri dalla piazza Jemaa el Fna.

Le sue dimensioni la rendono una costruzione straordinaria:

  • Il minareto è alto 77 metri ed è visibile per diverse miglia intorno la città. Nulla a Marrakech ha il permesso di essere costruito più alto di questo minareto.
  • Le sue 17 navate formano una sala di preghiera di 90 × 60 m.
  • 20.000 fedeli possono pregare in una delle più grandi sale di preghiera dell’Occidente musulmano.

La moschea della Koutoubia è stata utilizzata come modello per la Giralda di Siviglia, in Andalusia, Spagna. Ad ovest della moschea c’è un piacevole giardino con fontane e panchine all’ombra.

Purtroppo, i visitatori non musulmani non sono autorizzati a visitare le moschee in Marocco (ad eccezione della Moschea Hassan II a Casablanca), però si possono godere le sue vedute esterne ed i suoi giardini.

El Bahia Palace

Il Palazzo El Bahia si trova a sud della Medina, vicino alla Kasbah e al vecchio quartiere ebraico di Mellah ed è una delle principali attrazioni da vedere a Marrakech. Al momento della sua costruzione era il più sontuoso e il grande palazzo del Marocco.

Costruito nel 19° secolo il palazzo dispone di oltre 160 camere, ma solo circa due dozzine sono aperte al pubblico.

Costruito da un padre e suo figlio, reggente del Sultano (i più potenti uomini del paese dopo il re), il palazzo era destinato all’amante del figlio. Bahia significa “la bella, la brillante”.

Dal 1912 durante il protettorato francese in Marocco, il generale Lyautey ne fece il suo personale luogo di residenza e quello di altri ufficiali. Sono stati aggiunti anche camini, riscaldamento ed l’elettricità.

Oggi, una parte del palazzo è ancora utilizzato dalla famiglia reale e dal loro personale. Al suo interno non ci sono tanti mobili da vedere. Nonostante tutto, dispone di un bellissimo giardino ed è un ambiente silenzioso, probabilmente uno dei luoghi più tranquilli nel centro storico di Marrakesh.

Palazzo El Badi

Il suo nome significa palazzo incomparabile e questo per una buona ragione, dato che questo palazzo deve essere stato spettacolare ai tempi del suo massimo splendore. È una delle agttrazioni principali da vedere a Marrakech. Il palazzo è stato costruito in venticinque anni, per essere finalmente completato intorno 1593.

Ora è rovinato, ma comunque resta ancora molto interessante. Le camere di recente apertura e le celle del carcere sono particolarmente degne di nota, e l’ampia terrazza sul tetto è un ottimo posto per fare delle fotografie. Il Museo di Marrakech per la Fotografia e Arti Visive è attualmente situato nei locali di El Badi.

La Medersa Ben Youssef

Costruita intorno al 1565 e poi ricostruita nel 16° secolo, è la più grande Medersa (università islamica) in Marocco. In una sola volta circa 900 studenti hanno studiato il Corano lì. La Medersa fù in uso come scuola religiosa fino al 1960.

Si tratta di un bellissimo esempio di architettura andalusa araba, oggi restaurata. Il patio centrale è spettacolare con un’incredibile lampada di ferro, gli archi e le pareti decorate con piastrelle e le pareti rivestite in pannelli di cedro, stucco e marmo fatti a mano.

I visitatori hanno il permesso di camminare liberamente in tutto l’edificio, comprese le vecchie stanze degli studenti. Orario di visita: tutti i giorni dalle 8:00 alle 18:00.

Tombe Saadiane

Trovare le Tombe Saadiane nella Medina è un po’ complicato, quindi non ti sorprendere nel sapere che queste tombe risalenti al XVI secolo sono state ritrovate solo nel 1917.

Sono uno dei luoghi più visitati di Marrakech. Si trovano sul lato destro della moschea Moulay El Yazid, vicino alla grande porta Bab Agnaou.

Il mausoleo è l’edificio più importante delle Tombe Saadiane ed è qui che sono sepolti il sultano Ahmad al-Mansur e i membri della sua famiglia. La Sala delle dodici colonne è il posto più bello, con le sue dodici colonne di marmo bianco che reggono una cupola in legno di cedro fatto a mano, una vera meraviglia.

Le altre due sale adiacenti sono più piccole e meno decorate, ma naturalmente, meritano una visita. Nei giardini invece ci sono le tombe dei servi e dei soldati.

Orario di visita: tutti i giorni dalle 9:00 alle 16:00
Prezzo: 10 dirham

Mellah

Il Mellah di Marrakech fa riferimento all’area in cui risiedeva la comunità ebraica. Nelle città di tutto il Marocco, i Mellah fiorirono e divennero piccole città all’interno delle città.

Mellah è una delle zone meno visitate della Medina, ma una delle più interessanti. Al suo apice nel 1500, la zona comprendeva panettieri, gioiellieri, sarti, commercianti di zucchero, artigiani, mercati all’aperto, fontane e sinagoghe.

Oggigiorno la maggior parte della presenza ebraica è scomparsa ma si possono ancora vedere le facciate dei negozi e i grandi bazar. Le sue strade non sono piene di negozi come quelli del Souk, ma ci sono buoni mercati e i prezzi sono più economici rispetto al resto della Medina.

Le Concerie

Al prezzo di 10 dirham a persona puoi essere autorizzato ad entrare in una delle tante concerie colorate che si trovano fuori dalla medina di Marrakech. L’odore è molto forte ma fa parte del percorso. Le concerie sono utilizzate per la lavorazione della pelle. Alla fine dei trattamenti si ottiene una pelle pulita e liscia, perfetta per realizzare borse, giacche e molto altro. La qualità risultante è abbastanza buona.

Quando andare

Marrakech è un’ottima meta tutto l’anno. I migliori periodi per visitare la città sono durante la primavera e l’autunno, quando le giornate sono belle ma non eccessivamente calde.

Durante l’estate il termometro può raggiungere i 40° C, mentre in inverno può capitare qualche giornata fresca o piovosa.

Come arrivare

Marrakech è facilmente raggiungibile dall’Italia con i numerosi voli low cost e di linea in partenza giornalmente. Gli aeroporti italiani che hanno voli diretti con Marrakech sono: Catania, Pisa, Napoli, Roma, Milano, Venezia, Bologna e Torino.

Dagli altri aeroporti si può raggiungere Marrakech con uno scalo.

Dove dormire

Secondo noi i migliori posti dove alloggiare a Marrakech sono i riad, piccoli e antichi palazzi arabi con u cortile interno adibiti a hotel. La loro architettura e decorazione, l’atmosfera creata dalle lampade, il rumore della fontana del patio, l’odore delle piante, la terrazza sul tetto con vista sulla Medina mentre assapori un tè alla menta, renderanno il tuo soggiorno indimenticabile.

Alloggi o no in uno di loro, puoi anche andare a cena in un famoso riad come Dar Cherifa o visitare la Casa Tiskiwin, un vecchio riad trasformato in un museo. Certo, ti avvertiamo che a volte è difficile trovare il tuo riad nella labirintica medina, ma non preoccuparti, ci sarà sempre qualcuno disposto a guidarti. Senza dubbio, i riad sono uno dei posti migliori dove alloggiare in Marocco.


Booking.com

 

Marrakech la citta piu visitata del Marocco
Marrakech la citta piu visitata del Marocco

1 COMMENT

Benvenuto sul sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.