Cosa vedere a Padova: le migliori attrazioni della città

0
81
cosa-vedere-a-padova

Situata a circa 10 km dai Colli Euganei e a circa 20 km dalla Laguna di Venezia, Padova è un’affascinante e incantevole cittadina del Veneto, nota per la sua bellezza, il fascino della sua architettura, i suoi magnifici canali e ponti, nonché la sua vibrante cultura locale. Se ti stai chiedendo cosa fare e vedere a Padova, ecco il nostro elenco delle principali attrazioni:

Cosa vedere a Padova

Padova è un interessante meta turistica sia per quello che offre la città, sia per la posizione centrale, che permette di raggiungere facilmente altre mete turistiche.

La città è famosa per ospitare una delle chiese più amate e belle di tutta Italia e per la sua Università, fondata nell’anno 1222, la seconda più antica in Italia (la prima è quella di Bologna).

In più, vicoli medievali, enormi piazze monumentali, portentosi edifici civili e religiosi, e un ineguagliabile patrimonio di affreschi di artisti di alto livello, che regalano a Padova il titolo “città dell’affresco”.

Basilica di Sant’Antonio di Padova

Situata nel cuore del centro storico, questa basilica a cupola è l’edificio più sontuoso ed emblematico da vedere a Padova. Fu costruita tra il 1232 e il 1300 per ospitare le sacre reliquie del sacerdote Sant’Antonio di Padova, che visse e morì a Padova.

La Basilica è composta da una miriade di diversi stili architettonici. Pertanto, il suo esterno presenta una facciata romanica, otto cupole bizantine e campanili gotici. Il tutto costituisce un sontuoso e impressionante insieme.

All’interno, molte opere d’arte, tra cui la cappella del Santo, che ospita l’Arca di Sant’Antonio, nonché magnifici bassorilievi. Nel coro, l’altare maggiore è ornato con bronzi di Donatello, autore dell’ammirevole statua equestre del Gattamelata eretta sulla piazza. L’ingresso alla basilica è gratuito.


Monumento al Gattamelata

Proprio di fronte alla Basilica c’è questa famosa scultura. È una delle statue più importanti del Rinascimento e uno dei grandi capolavori di Donatello.

È realizzata in onore di Erasmo di Narni, noto anche come Gattamelata, stratega e capitano militare della Repubblica di Venezia a cui Padova apparteneva all’epoca – XV secolo.


Piazza dei Signori

Piazza dei Signori fu creata nel XIV secolo ed è una delle piazze principali della storica Padova. Qui si erge la Torre dell’Orologio, con il suo famoso orologio astronomico, un progetto di Jacopo Dondi del 1344 e che è il più antico del mondo con queste caratteristiche. Dall’altro lato della piazza si trova la Chiesa di San Clemente – una bellissima chiesetta.

Intorno alla piazza ci sono molti ristoranti, negozi e caffetterie, dove rilassarsi e fare shopping. La piazza ospita numerosi eventi e mercati, permettendoti di scoprire la vita locale e l’autentica cultura veneta.


Duomo di Padova e il suo Battistero

La Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta o il Duomo di Padova è la chiesa principale della città. Ha un interno sublime, assolutamente da vedere! All’interno del Duomo, le pareti bianche contrastano nettamente con i motivi in marmo blu e rosso sul pavimento. I numerosi archi e colonne rafforzano la bellezza del luogo.

Un altro posto da vedere a Padova è il Battistero del Duomo, adiacente alla cattedrale. Risale al XII secolo ed è sede di ammirevoli affreschi che riassumono tutte le Sacre Scritture, realizzati intorno al 1376-1378 da Giusto de Menabuoi, uno dei grandi del tempo.


Prato della Valle, la piazza più grande d’Italia

padova-veneto

Prato Della Valle è la piazza più grande di tutta Italia e di tutta Europa. È una piazza ellittica che misura più di 90.000 metri quadrati. Per capirci, è quasi due volte più grande di Piazza San Pietro in Vaticano. Questo posto è popolare sia tra i turisti che tra i locali, che ne apprezzano il design e l’ampio spazio in città.

C’è un canale circolare nella piazza, circondato da decine di statue di personaggi famosi: filosofi, scrittori, studiosi e dottori. Di notte, le imponenti statue si riflettono sull’acqua del canale creando una scena magnifica! Senza dubbio, questa piazza è una delle cose essenziali da vedere a Padova.


Giardini dell’Arena

Nella parte settentrionale del centro storico di Padova si trova il parco dell’Arena, un piacevole giardino dove è possibile rilassarsi ed esplorare nuovi monumenti.

Intorno al parco si trovano la Capella degli Scrovegni e i Musei Civici, che consigliamo di visitare. Cogli l’occasione per passeggiare e riposare all’ombra degli alberi: un buon modo per fare una pausa prima di riprendere le tue visite!


Cappella degli Scrovegni

cappella degli scrovegni padova

Situata nel piacevole Parco dell’Arena, la Cappella degli Scrovegni è una chiesa monumentale nota per i suoi sublimi affreschi interni. Questa cappella è uno degli edifici più antichi e meglio conservati di Padova.

La sua costruzione risale al 14 ° secolo e il suo interno ospita un vero tesoro, gli affreschi di Giotto che raffigurano storie della Bibbia. Più del significato delle scene, è la sua esecuzione il vero capolavoro: le ombre, le luci, i colori, la plasticità delle forme e gli effetti quasi tridimensionali sono fantastici. Visitare Padova e perdere questo lavoro è inconcepibile.

La visita dura circa 30-40 minuti, l’ingresso costa € 13 ed è importante prenotare in anticipo, dato che per motivi di conservazione degli affreschi sono ammessi solamente piccoli gruppi di persone ad orari prestabiliti.


Musei Civici

Vicino al parco Giardini dell’Arena, ospitato nei chiostri dell’ex convento dei frati Eremitani, si trova questo museo e gli edifici storici che lo compongono.

Il museo comprende una sezione archeologica, una collezione numismatica e una collezione di dipinti italiani (principalmente veneziani) e fiamminghi dal 14 ° al 18 ° sec.: Giotto, Guariento, Giovanni Bellini, Tiepolo e Tintoretto sono i principali artisti rappresentati.


Canali e fiumi di Padova

cosa-vedere-a-padova

Padova ha molti canali e fiumi che erano molto importanti durante il Medioevo a causa della loro evidente funzione commerciale e perché lo collegavano a Venezia.

Passeggiare lungo i canali è una cosa essenziale da fare a Padova, in quanto è un buon modo per scoprire la città e il suo fascino.

Da Via Goito, seguire il percorso lungo il fiume fino al Museo dell’Osservatorio Astronomico. Da lì puoi continuare lungo la Riviera Tiso da Camposampiero fino al centro città o dirigerti a nord verso i Giardini dell’Arena.

La tua passeggiata ti permetterà di vedere magnifici e vecchi edifici, così come i paesaggi naturali creati dal fiume: un modo meraviglioso per visitare Padova sotto una luce diversa.


Cittadella, gioiello medievale del Veneto

Se stai visitando Padova, non lontano c’è la “città murata” di Cittadella. In passato ha svolto il ruolo di piccolo avamposto militare della città di Padova per proteggersi dagli attacchi provenienti dal nord dalle confinanti Vicenza e Treviso.

Da non perdere il Camminamento di Ronda, unico in Europa. È un percorso lungo un chilometro e mezzo che permette di ammirare la città dall’alto, camminando in tutta sicurezza a 15 metri di altezza lungo le mura che in passato servivano a difesa della città.

I bastioni che circondano Cittadella assumono la forma di un’ellisse irregolare e sono di vero interesse storico, non solo per gli studi sull’architettura dei castelli ma anche per quelli sull’urbanistica. Un posto da fare assolutamente nei dintorni di Padova.


Piazza delle Erbe e Piazza della Frutta

cosa-vedere-a-padova

Se c’è qualcosa che si deve assolutamente vedere a Padova è la bellissima Piazza delle Erbe. È un luogo d’incontro per i locali, in parte, per il suo famoso mercato dove è possibile trovare frutta e verdura in particolare. Inoltre ci sono anche diverse terrazze dove è possibile gustare un buon aperitivo mentre si apprezza la bellezza degli edifici.

E proprio accanto ad essa, c’è un altra storica piazza di Padova, Piazza della Frutta  dominata dallo storico Palazzo della Ragione. È circondata da negozi, bar e ristorantini ed ospita un mercato giornaliero di ambulanti. Durante le festività qui si svolge anche il mercatino di Natale.


Palazzo della Ragione

Esiste esattamente un edificio che separa le due piazze: l’imponente Palazzo della Ragione. Questo edificio fu costruito nel Medioevo e fu usato fino al Rinascimento come edificio pubblico per tenere le udienze di corte. È molto curioso vedere come si fonde con il mercato.

Bisogna salire in cima alle sue scale per godersi una bellissima vista della Piazza delle Erbe dall’alto. Il Palazzo della Ragione nasconde al suo interno delle sale meravigliose che si possono visitare. Da non perdere l’incredibile salone principale, decorato con degli affreschi del 15 ° secolo.


Università di Padova

L’Università degli Studi di Padova, è una delle più antiche in Europa e la seconda in Italia. Fu fondata nel 1222 e dalla fine del 15 ° secolo ha sede nel Palazzo del Bo.

Tra i personaggi che hanno studiato qui ricordiamo Copernico e Galilei. L’università di Padova fu anche la prima università a conferire il titolo ad una donna, Elena Lucrezia Cornaro Piscopia. Nel Palazzo del Bo c’è anche una sua statua.

Le aule del Palazzo sono decorate con affreschi e mosaici ed erano utilizzate per le lezioni accademiche. È possibile accedervi solo con visite guidate e il tour copre il cortile interno del 16 ° secolo; la Sala dei Quaranta, che ospita la cattedra di Galileo Galilei; l’immensa e prestigiosa Aula Magna Galileo Galilei, dove lo scienziato insegnava; il Teatro Anatomico, uno dei più prestigiosi del mondo dove, fino al 1872, si tenevano le lezioni di anatomia attraverso la dissezione dei cadaveri.

Prenota questo tour di Padova e del Teatro Anatomico di Galilei


Orto Botanico

Padova ospita il più antico giardino botanico del mondo. Dichiarato Patrimonio dell’Umanità risale al 1545 e ospita oltre 6.000 tipi di piante.

È nato perché Luigi Squalermo, un botanico italiano, ha introdotto 2000 specie con lo scopo di facilitare la conoscenza delle piante medicinali agli studenti dell’Università di Padova. Si trova nel centro storico della città e l’ingresso è di € 10.


Altri luoghi da vedere a Padova

Accanto alla cappella degli Scrovegni si trova la chiesa degli Eremitani. Una chiesa gotica con un magnifico soffitto in legno, tombe monumentali, affreschi di Giusto de ‘Menabuoi o Mantegna.

Di fronte al Prato della Valle, invece, si trova l’abbazia di Santa Giustina, con le sue otto grandi cupole, costruita nel 17 ° secolo. Sebbene non sia la chiesa più importante della città, è una delle più grandi della cristianità.

Si può visitare anche l’edificio religioso settecentesco della chiesa di Santa Lucia, vicino a Piazza della Frutta. È una delle chiese più antiche della città ed ha diverse opere importanti tra cui San Luca di Giambattista Tiepolo.

Il centro storico di Padova è particolarmente bello di notte quando gli splendidi edifici sono illuminati da penombra. Ti consigliamo di passeggiare lungo via San Francesco o via Zabarella, due splendide strade in cui è ancora presente lo spirito medievale e rinascimentale della città.

Da visitare anche il Ghetto di Padova, composto da cinque stradine strette a sud del centro storico, con placche ebraiche per ricordare le vittime dell’olocausto e una bellissima sinagoga ebraica.

Scopri tutte i tour, le escursioni e le attività da fare a Padova

Le migliori attrazioni di Padova: mappa


Come arrivare a Padova?

L’aeroporto di Padova “Gino Allegri”, è situato a circa 3 km a sud ovest del centro della città, ma questo aeroporto non ospita alcun volo di linea regolare.

Per arrivare in aereo bisogna raggiungere gli aeroporti delle città vicine. L’aeroporto più vicino è quello di Venezia. Da qui ti consigliamo di usare il treno: dalla stazione di Santa Lucia, i treni partono ogni ora. I biglietti costano tra € 4,10 e € 15.

Un’altra possibilità è raggiungere l’aeroporto di Bologna. Ci sono anche aeroporti a Verona e Treviso, più piccoli ma con diversi voli low cost da tutta Italia.

Arrivare a Padova in treno è molto semplice da una qualsiasi di queste città: Venezia, Bologna, Verona … La stazione ferroviaria di Padova è situata in Piazzale Stazione 1, abbastanza vicino alla cappella degli Scrovegni.

Trova e prenota qui il tuo treno per Padova

Un’altra opzione per raggiungere Padova è in macchina o con un trasferimento privato da Venezia. Padova è collegata al resto del territorio con varie autostrade: Venezia – Milano (A4), e Bologna – Padova (A13).


Dove alloggiare a Padova?

Padova è una piccola città ed è facile spostarsi senza i mezzi pubblici. Soggiornare nel centro storico della città è più comodo e piacevole, ma non è necessario per visitare Padova. Per trovare un hotel economico dovresti spostarti leggermente dal centro della città.

Trova un hotel a Padova

 

cosa-vedere-a-padova

Benvenuto sul sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.