Cracovia è probabilmente la città più turistica della Polonia … e non c’è da meravigliarsi. Il suo centro storico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1978, comprende tre aree principali: la collina di Wawel, la città medievale fortificata (Stare Miasto) e il quartiere ebraico (Kazimierz). In queste tre aree sono concentrate la maggior parte delle attrazioni della città e straordinarie. In seguito abbiamo elencato i più importanti luoghi da vedere a Cracovia, come sempre, senza un ordine specifico.

Cosa fare e vedere a Cracovia?

Piazza del Mercato della città vecchia

La Piazza del Mercato a Cracovia (Rynek Główny) è un’enorme area di 40.000 m2 situata nel cuore dello Stare Miasto (Città Vecchia). È la più grande piazza medievale d’Europa e compare spesso nelle liste delle più belle piazze del continente.

Ospita diversi edifici degni di nota, come il Mercato dei tessuti (Sukiennice), di stile rinascimentale, la Torre del Vecchio Municipio di 70 metri (si può salire sulla sua cima), la piccola Chiesa di San Adalberto (le cui origini risalgono a X secolo) e la Basilica di Santa Maria, uno dei monumenti più emblematici e sontuosi della città storica.

La Piazza del Mercato è un ottimo punto di partenza per visitare Cracovia. Da metà dicembre ospita un bel mercatino di Natale e durante l’anno spesso si tengono concerti o altri eventi importanti.

Visita il Castello di Wawel

vedere-a-cracovia-castello-wawel

In cima alla piccola collina di Wawel si trova un complesso architettonico costituito da un castello, un’incredibile cattedrale e altri edifici più piccoli di diversi stili: gotico, rinascimentale, romano e persino rococò!

Un tempo il castello era la casa dei re e delle regine polacchi. Adesso puoi visitare le sue sale e i musei che testimoniano la gloria passata di Cracovia. La vista dai bastioni è impressionante.

Ai piedi del castello, sulle rive del fiume Vistola, si può anche ammirare il leggendario drago di Wawel, o almeno la sua statua: una straordinaria attrazione da vedere a Cracovia.

Rilassati al Planty Park

La cintura verde del parco Planty, 8 chilometri di lunghezza, circonda l’intera area del centro storico di Cracovia. I 30 giardini che compongono il parco sono pieni di statue, fontane, aiuole colorate e prati perfettamente curati.

Questo ambiente tranquillo è il punto di partenza ideale per scoprire le attrazioni emblematiche della città vecchia. Puoi fare un picnic nel parco o goderti uno dei caffè, dei ristoranti e dei bar che lo costeggiano.

Scopri la Porta di San Floriano e Barbacana

cosa-vedere-a-cracovia-barbacana

La Porta di San Floriano fu per secoli la porta principale della città murata e ora è uno dei luoghi più affascinanti da vedere a Cracovia. Del grande muro che circondava la città medievale, delle sue 8 porte e 39 torri solo la Porta di San Floriano e due torri sono conservate, la Torre degli Ebanisti e la Torre dei Falegnami.

Alla porta di San Floriano iniziava il Camino Real, un sentiero che percorrevano gli antichi re prima di essere incoronati, e terminava al Castello di Wawel. Attraversando la porta troverai la Barbicana, una fortezza circolare circondata da un fossato che ha aiutato la difesa della città.

Ancora in perfette condizioni, la Barbicana (polacco: Barbakan) è la parte più interessante delle fortificazioni medievali di Cracovia che un tempo proteggevano l’ingresso della città. È di stile gotico ed è un esempio unico di questo tipo di architettura in Polonia. I suoi bastioni in mattoni rossi e le sue formidabili torrette hanno permesso di resistere all’occupazione Ottomana, nel XIII secolo. Al giorno d’oggi vengono organizzate produzioni teatrali e altre mostre d’arte.

Il tumulo di Kościuszko

Il tumulo di Kościuszko fu eretto dagli abitanti di Cracovia nel 1823 per onorare l’eroe nazionale Tadeusz Kościuszko. Questo monumento è ispirato ad altri tumuli preistorici che si affacciano sulla città: i tumuli di Krak e Wanda, da visitare ugualmente a Cracovia. Nella parte superiore, i visitatori godono di un magnifico panorama della città. Nei giorni di sole, è possibile ammirare anche i Monti Tatra nel sud!

Il quartiere ebraico di Kazimierz

Kazimierz, fondata nel 1335 da Casimiro III, fu una città indipendente fino al XIX secolo. Dal 1495 ospitò una grande comunità ebraica che viveva in pace con la comunità cristiana e che manteneva un forte attaccamento alle sue tradizioni. Con l’occupazione nazista gli ebrei furono trasferiti nel ghetto di Cracovia e dopo la guerra pochi ritornarono.

Il quartiere rimase per metà abbandonato e godette di una pessima reputazione fino alla fine del XX secolo, ma negli ultimi tempi è diventato una zona alla moda ed è molto frequentato da studenti universitari e artisti. Ci sono 7 sinagoghe (una attiva), musei ebraici e diversi ristoranti che servono cibo ebraico.

Le miniere di sale di Wieliczka

cosa-vedere-a-cracovia-miniere-di-sale-Wieliczka

Sarebbe un peccato visitare Cracovia senza esplorare le miniere di sale di Wieliczka, un eccezionale sito naturale e culturale, classificato patrimonio mondiale dell’UNESCO. È anche una delle visite più importanti per i viaggiatori in visita in Polonia.

Per centinaia di anni, i minatori nei tunnel di Wieliczka hanno alimentato la crescita di Cracovia, estraendo tonnellate di sale prezioso da terra. Oggi è possibile ammirare le sculture di sale e la cappella di Santa Kinga – una cattedrale sotterranea interamente fatta di sale, che è il punto culminante della visita.

Visitare le miniere di sale di Wieliczka è un vero viaggio verso il centro della Terra, che dura più di due ore!

Il vecchio ghetto e la fabbrica di Oskar Schindler

Vicino al quartiere ebraico attraverso il fiume Vistola c’è Podgorze, l’antico ghetto ebraico creato dal regime nazista il 3 marzo 1941. Durante la seconda guerra mondiale i nazisti trasferirono in questo quartiere circondato da mura, migliaia di ebrei provenienti da tutta la città.

Uno dei luoghi più memorabili è la piazza Bohaterów. In questa piazza, potrai visitare il monumento delle sedie, un’autentica opera d’arte. Una serie di sedie grandi e piccole situate sulla piazza, progettate come un memoriale per gli abitanti del ghetto ebraico di Cracovia che un tempo attraversavano queste strade.

Un altro dei luoghi da vedere a Cracovia e situato in questo quartiere è la fabbrica di Oskar Schindler, un tedesco che ha salvato centinaia di ebrei dalla morte e che è stato reso noto al mondo intero dal film di Steven Spielberg «La Lista di Schindler».

Auschwitz-Birkenau

Non lontano dalla città di Cracovia si trova l’ex campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau. Costruito dopo l’invasione della Polonia da parte dei tedeschi, il complesso del campo di concentramento di Auschwitz era il più grande creato sotto il regime nazista.

Visitare questo posto ti permetterà di fare il punto sulla terribile tragedia subita dall’Europa durante la seconda guerra mondiale, sugli orrori subiti dagli ebrei e da altre minoranze sotto i nazisti.

Il memoriale e il museo sono a un’ora di auto dal centro della città. Sono numerosi i tour offerti fino a questo luogo di memoria. Attualmente è possibile visitare due campi: Auschwitz I, il campo di concentramento originario, e Auschwitz II (Birkenau), costruito in seguito per fungere da campo di sterminio. La visita è buia e commovente.

Cattedrale di Wawel

Conosciuta anche come Basilica Cattedrale dei Santi Stanislao e Venceslao a Cracovia, questo monumento si trova sulla collina del Wawel ed è uno dei luoghi religiosi più importanti della Polonia. Qui venivano incoronati i sovrani, si celebravano i loro funerali, sono stati sepolti oltre a dinastie reali anche uomini illustri.

Come il centro storico di Cracovia, la cattedrale è stata inclusa nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1978.

È stata costruita all’inizio del XIV secolo sui resti di una chiesa risalente all’anno 1000. Nella sua spettacolare facciata, con un pittoresco mix di stili e colori, salta all’occhio la Cappella di Sigismundo, considerata da molti come il più bell’esempio del Rinascimento italiano in Polonia.

Collegium Maius, uno dei posti da vedere a Cracovia

Se stai per visitare Cracovia in un giorno o due, uno dei posti da non perdere nella città vecchia è il Collegium Maius. In questo edificio, il più antico dell’università della città, ha studiato l’astronomo più famoso della storia, Niccolò Copernico.

All’interno del Collegium Maius si trova il museo dell’Università Jagellonica con antichi strumenti per l’astronomia e altre scienze.

Cimitero di Rakowicki

Il più antico cimitero civico, fondato nel 19 ° secolo per sostituire i cimiteri parrocchiali, è rapidamente diventato uno spazio simbolico pieno di capolavori architettonici e pieno di tombe di artisti polacchi, politici, poeti, attori cinematografici, generali, ecc. Ai tempi di Ognissanti il ​​cimitero è particolarmente suggestivo perché è invaso da migliaia di candele e fiori in onore dei defunti.

Come arrivare a Cracovia?

Puoi raggiungere Cracovia, in aereo, treno o macchina, tutto dipenderà dal tuo luogo di partenza. Cracovia ha un proprio aeroporto: l’aeroporto di Cracovia-Giovanni Paolo II, il secondo nel paese, servito dalle compagnie aeree low cost Ryanair e easyjet. È possibile volare anche verso Katowice, che si trova a circa 1 ora di auto da Cracovia. Dovresti prenotare un trasferimento tra l’aeroporto di Katowice e Cracovia.

Dove alloggiare a Cracovia?

Se vuoi visitare Cracovia, tieni presente che le possibilità di alloggio sono numerose. Per sfruttare al massimo le attrazioni culturali e turistiche, consigliamo il centro storico o l’antico quartiere ebraico di Kazimierz. Quest’ultimo sta cambiando ed è certamente il quartiere più autentico di Cracovia.

Trova un hotel a Cracovia

 

Benvenuto sul sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.