Visitare Alberobello e i suoi Trulli: cosa vedere, come arrivare e dove alloggiare

1
1841

Situata nel cuore della Puglia, Alberobello è una delle destinazioni più affascinanti e uniche d’Italia, famosa per i suoi iconici trulli. Queste particolari abitazioni in pietra a secco, con i loro caratteristici tetti conici, sono state riconosciute dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità. Alberobello offre ai visitatori un’esperienza indimenticabile, permettendo loro di fare un viaggio indietro nel tempo, alla scoperta di tradizioni secolari e di un’architettura che continua a stupire per la sua bellezza e ingegnosità.

In questo articolo, esploreremo le principali attrazioni da vedere ad Alberobello e nei suoi pittoreschi dintorni. Inoltre, forniremo utili consigli su dove soggiornare e su come raggiungere questa straordinaria località.

Cosa Sono i Trulli e Perché Sono Stati Costruiti

I Trulli di Alberobello sono delle abitazioni rurali uniche nel loro genere, e rappresentano non solo un capolavoro di ingegneria rurale, ma anche una testimonianza tangibile della creatività delle popolazioni locali.

I trulli sono delle costruzioni a secco, ossia senza l’uso di malta, e sono costituiti da mura in pietra calcarea spesse, che fungono da isolante termico naturale, mantenendo gli interni freschi d’estate e caldi d’inverno.

I tetti conici sono realizzati con pietre calcaree incastrate a secco senza malta, disposte in modo circolare e culminanti in una chiave di volta chiamata “pinnacolo”. La loro forma a cono conferisce stabilità e resistenza alle intemperie. La cupola infatti distribuisce uniformemente il peso, garantendo solidità anche in presenza di forti venti e scosse sismiche.

I pinnacoli che sormontano i coni assumono diverse forme, spesso decorate con simboli dal significato religioso o propiziatorio. La più diffusa è il pinnacolo a cono, simbolo sacro; altri simboli includono la croce, la mezzaluna e la stella.

Gli interni sono generalmente composti da un’unica stanza principale, con piccole nicchie ricavate nelle mura che offrono vani utili per riporre oggetti o come letti supplementari.

Origini e Motivi della Costruzione dei Trulli

La costruzione dei trulli risale a tempi molto antichi, con testimonianze che ne indicano l’uso già nel XIV secolo. Tuttavia, è nel XVII secolo che i trulli iniziarono a diffondersi maggiormente nella zona di Alberobello, principalmente per motivi fiscali. Durante quel periodo, i contadini della zona erano soggetti a tasse elevate sulle abitazioni permanenti imposte dal Regno di Napoli. I trulli, essendo costruzioni a secco e facilmente smontabili, permettevano agli abitanti di aggirare questa tassazione. In caso di ispezioni fiscali, infatti, potevano rapidamente smantellare il tetto, trasformando la struttura in una sorta di rudere temporaneo.

Funzione e Evoluzione dei Trulli

Oltre alla loro funzione fiscale, i trulli erano ideali per la vita rurale e agricola. Le loro spesse mura fornivano un’efficace protezione contro le intemperie, e la costruzione a secco permetteva una buona ventilazione, prevenendo l’accumulo di umidità. Con il passare del tempo, alcuni trulli sono stati ampliati e arricchiti di elementi architettonici, diventando residenze più confortevoli o addirittura piccoli complessi abitativi.

Trulli di Alberobello: Patrimonio dell’Umanità

Il fascino e l’unicità dei trulli di Alberobello hanno portato, nel 1996, al loro riconoscimento come Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO. Questo riconoscimento ha contribuito a preservare e valorizzare queste costruzioni storiche, promuovendo al contempo la cultura e le tradizioni locali.

Oltre ad Alberobello, è possibile ammirare trulli in altri comuni della Valle d’Itria, come Locorotondo, Martina Franca e Ceglie Messapica.

Cosa vedere ad Alberobello

Rione Monti

Rione Monti è il quartiere più famoso e visitato di Alberobello. È qui che troverai la maggior concentrazione di trulli, oltre 1.000, disposti lungo stradine strette e tortuose che creano un labirinto affascinante e pittoresco. Le case sono decorate con simboli religiosi e mitologici, e molte di esse ospitano negozi di artigianato locale, boutique di souvenir e ristoranti tipici.

Da non perdere nel Rione Monti:

  • Trullo Siamese: Una delle strutture più peculiari, con due coni adiacenti e interni comunicanti.
  • Chiesa di Sant’Antonio: Una chiesa unica nel suo genere, costruita interamente a forma di trullo.
  • Via Monte San Michele: Una delle strade principali, ideale per una passeggiata immersi in un’atmosfera fiabesca.

Rione Aia Piccola

Rione Aia Piccola è meno turistico rispetto al Rione Monti, ma altrettanto affascinante. Qui, i trulli sono ancora abitati da residenti locali, offrendo un’esperienza più autentica e tranquilla. Questo quartiere è perfetto per chi desidera immergersi nella vita quotidiana di Alberobello.

Da non perdere nel Rione Aia Piccola:

  • Museo del Territorio “Casa Pezzolla”: Un complesso di 15 trulli adiacenti che ospitano un museo dedicato alla storia e alla cultura di Alberobello.
  • Vista Panoramica: Dalla sommità del quartiere, si può godere di una splendida vista panoramica su Alberobello e i suoi trulli.

Trullo Sovrano

Il Trullo Sovrano è l’unico trullo a due piani di Alberobello, situato nel quartiere moderno. Costruito nel XVIII secolo, è oggi un museo che permette ai visitatori di esplorare l’interno e di capire meglio la vita quotidiana di chi abitava queste strutture.

Chiesa dei Santi Medici Cosma e Damiano

Questa imponente chiesa barocca è dedicata ai santi patroni di Alberobello, Cosma e Damiano. Costruita tra il 1882 e il 1912, la chiesa è un punto di riferimento importante per la comunità locale. Se visiti Alberobello a settembre, non perdere le celebrazioni in onore dei santi patroni.

Belvedere Santa Lucia

Il Belvedere Santa Lucia offre una vista panoramica mozzafiato sui trulli di Alberobello. Situato vicino alla Chiesa di Santa Lucia, questo punto panoramico è il luogo perfetto per scattare foto indimenticabili.

Museo dell’Olio

Situato in un antico frantoio, il Museo dell’Olio offre un’interessante panoramica sulla produzione dell’olio d’oliva, una delle eccellenze della Puglia. Potrai vedere gli antichi strumenti di lavorazione e scoprire i segreti della produzione di olio extravergine di oliva.

Casa d’Amore

Casa d’Amore è un edificio storico costruito nel 1797, il primo costruito con malta dopo l’editto di re Ferdinando IV di Borbone che permise agli abitanti di costruire case permanenti. Oggi ospita mostre ed eventi culturali.

Cosa Visitare nei Dintorni di Alberobello

La regione circostante offre numerose attrazioni che meritano una visita.

Locorotondo

A breve distanza da Alberobello, Locorotondo è un incantevole borgo noto per il suo centro storico circolare, da cui prende il nome. Passeggiando per le sue strette vie lastricate, rimarrai affascinato dalle cummerse, le caratteristiche abitazioni con tetti spioventi.

Non perdere l’occasione di visitare la Chiesa Madre di San Giorgio, un’imponente chiesa barocca situata nel cuore del borgo. La Villa Comunale offre splendide vedute sulla Valle d’Itria, rendendola il luogo ideale per una passeggiata rilassante. Inoltre, le cantine vinicole di Locorotondo sono famose per i loro rinomati vini bianchi, e una visita con degustazione è d’obbligo per gli amanti del buon vino.

Verifica disponibilità e prenota un alloggio a Locorotondo >>

Cisternino

Cisternino è un altro affascinante borgo della Valle d’Itria, famoso per il suo centro storico ben conservato e la sua tradizione culinaria. Passeggiando per le sue stradine bianche, scoprirai antiche case, archi e chiese medievali che raccontano storie di tempi passati. La Torre dell’Orologio, situata in Piazza Vittorio Emanuele, è un simbolo del borgo e offre una vista panoramica mozzafiato. La Chiesa di San Nicola, una chiesa romanica con influenze barocche, merita sicuramente una visita.

E per una vera esperienza locale, fermati in una delle macellerie-ristoranti, conosciute come fornelli pronti, dove puoi scegliere la carne da cuocere sul momento e gustare deliziose specialità locali.

Verifica disponibilità e prenota un alloggio a Cisternino >>

Ostuni

Ostuni, conosciuta anche come la “Città Bianca”, è famosa per le sue case imbiancate a calce e il suo pittoresco centro storico. Passeggiando per le sue strette vie lastricate, rimarrai affascinato dalle case bianche che riflettono la luce del sole in modo splendido.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta, situata sulla sommità della collina, offre una vista panoramica sulla città e sulla campagna circostante. Piazza della Libertà è il cuore pulsante di Ostuni, con numerosi caffè, ristoranti e il Palazzo Vescovile che merita una visita. Per gli amanti della storia, il Museo di Civiltà Preclassiche della Murgia Meridionale offre una vasta collezione di reperti archeologici che raccontano la storia antica della regione.

Verifica disponibilità e prenota un alloggio a Ostuni >>

Martina Franca

Martina Franca è celebre per la sua architettura barocca e per il Festival della Valle d’Itria, un evento musicale internazionale che attira visitatori da tutto il mondo. Passeggiare tra le eleganti vie del centro storico è un’esperienza indimenticabile, ammirando i palazzi nobiliari e le chiese barocche. La Basilica di San Martino è un capolavoro barocco con una facciata decorata e un interno ricco di affreschi e sculture. Il Palazzo Ducale, un imponente palazzo barocco che ospita il municipio, ha alcune sale affrescate aperte al pubblico. La Villa Comunale è un parco cittadino perfetto per rilassarsi e godere della natura.

Verifica disponibilità e prenota un alloggio a Martina Franca >>

Grotte di Castellana

A breve distanza da Alberobello, le Grotte di Castellana rappresentano uno dei più spettacolari complessi di grotte carsiche in Italia, un autentico tesoro naturale che affascina visitatori da tutto il mondo. Scoperte nel 1938, queste grotte offrono un viaggio affascinante nel cuore della terra, rivelando una meravigliosa varietà di formazioni calcaree. La Grotta Bianca, considerata la grotta più bella, brilla di una luce bianca pura grazie alle formazioni cristalline. Partecipare a un tour guidato è il modo migliore per scoprire tutti i segreti e le meraviglie di queste grotte.

Fasano

Fasano offre una combinazione di storia, natura e divertimento, ed è famosa per il suo parco faunistico e per quello archeologico. Lo Zoosafari e Fasanolandia è il più grande parco faunistico d’Italia, dove è possibile vedere animali esotici in semi-libertà e divertirsi nel parco divertimenti adiacente.

Il Parco Archeologico di Egnazia conserva i resti di una città messapica e romana, con un interessante museo che racconta la storia antica della regione. Esplorare il centro storico di Fasano è un piacere, con le sue chiese barocche e i palazzi storici. Infine, una visita a una delle numerose masserie fortificate della zona è un’esperienza unica: molte offrono degustazioni di prodotti tipici e visite guidate che ti permetteranno di immergerti nella tradizione pugliese.

Verifica disponibilità e prenota un alloggio a Fasano >>

Dove Dormire ad Alberobello

Soggiornare ad Alberobello può essere un’esperienza unica, specialmente se scegli di alloggiare in un trullo.

Trulli e Puglia Resort – Questo resort offre la possibilità di dormire in autentici trulli ristrutturati, combinando comfort moderni con il fascino storico.

Le Alcove Luxury Resort nei Trulli – Per un soggiorno di lusso, Le Alcove è la scelta perfetta. Questo hotel boutique offre eleganti trulli dotati di tutti i comfort, compresi servizi esclusivi come spa e piscina.

Hotel Colle Del Sole – Questo incantevole hotel, situato a soli 500 metri dai due quartieri UNESCO di Aia Piccola e Rione Monti, è circondato dalla tipica campagna pugliese ed offre ai suoi ospiti una bellissima piscina ed un ottimo ristorante dove gustare i piatti tipici pugliesi.

Agriturismi e B&B nei Dintorni – Se preferisci un’atmosfera più rustica e immersa nella natura, i dintorni di Alberobello sono ricchi di agriturismi e B&B accoglienti come ad esempio Agriturismo Masseria Casa Busciana. Qui potrai goderti la tranquillità della campagna pugliese e gustare prodotti locali.

Verifica tariffe e disponibilità alloggi ad Alberobello

Come Arrivare ad Alberobello

Raggiungere Alberobello è semplice, sia che tu arrivi in auto, treno o aereo.

In Aereo

Il modo più rapido per raggiungere Alberobello dall’estero o dalle principali città italiane è con un volo verso uno degli aeroporti pugliesi. I due aeroporti più vicini sono:

  • Aeroporto di Bari Karol Wojtyła (BRI): Situato a circa 70 chilometri da Alberobello, è l’aeroporto più grande della regione e offre numerosi voli nazionali e internazionali.
  • Aeroporto di Brindisi Papola Casale (BDS): Situato a circa 80 chilometri da Alberobello, è un’altra valida opzione con voli nazionali e internazionali.
Verifica tariffe e prenota un aereo per raggiungere la Puglia

Da entrambi gli aeroporti è possibile raggiungere Alberobello in vari modi:

  • Noleggio Auto: Questa è l’opzione più comoda e ti permetterà di esplorare i dintorni di Alberobello con facilità. Diverse compagnie di noleggio auto sono presenti negli aeroporti. Scopri tutte le offerte disponibili e noleggia un’auto >>
  • Taxi o Trasferimento Privato: È possibile prenotare un taxi o un servizio di trasferimento privato direttamente dall’aeroporto fino ad Alberobello. Questa opzione è più costosa ma molto comoda.
  • Trasporti Pubblici: Dall’aeroporto di Bari, puoi prendere un autobus o un treno per la stazione centrale di Bari, da dove partono i treni per Alberobello.

In Treno

Alberobello è collegata alla rete ferroviaria regionale gestita da Ferrovie del Sud Est (FSE). I treni per Alberobello partono principalmente dalle città di Bari e Lecce.

  • Da Bari: Prendi un treno regionale dalla stazione centrale di Bari. Il viaggio dura circa 1 ora e 30 minuti, con un cambio alla stazione di Putignano.
  • Da Lecce: Prendi un treno regionale da Lecce a Martina Franca e da lì un treno per Alberobello. Il viaggio dura circa 2 ore.
Verifica tariffe e prenota un treno per Alberobello

In Auto

Raggiungere Alberobello in auto è una delle opzioni più comode, soprattutto se hai intenzione di esplorare anche i dintorni. Ecco le principali autostrade e strade che puoi utilizzare:

  • Da Bari: Prendi la SS16 verso sud fino all’uscita per Monopoli/Alberobello e poi segui le indicazioni per Alberobello sulla SP113. Il viaggio dura circa 1 ora.
  • Da Brindisi: Prendi la SS379 verso nord fino all’uscita per Fasano e poi segui le indicazioni per Alberobello sulla SP5. Il viaggio dura circa 1 ora e 15 minuti.
  • Da Napoli: Prendi l’autostrada A16 verso est fino a Canosa, poi la A14 verso sud fino a Bari, e da lì segui le indicazioni per Alberobello. Il viaggio dura circa 3 ore e 30 minuti.

In Autobus

Diverse compagnie di autobus collegano Alberobello alle principali città della Puglia e dell’Italia. I servizi di autobus sono particolarmente utili se viaggi da città vicine o da altre regioni italiane.

  • Da Bari: Gli autobus delle Ferrovie del Sud Est (FSE) collegano Bari ad Alberobello. Il viaggio dura circa 1 ora e 30 minuti.
  • Da altre città pugliesi: Ci sono collegamenti regolari in autobus da città come Lecce, Brindisi e Taranto, con servizi gestiti da FSE e altre compagnie locali.
Verifica tariffe e prenota un autobus per Alberobello

Alberobello e i suoi dintorni offrono un’esperienza unica, ricca di storia, cultura e bellezze naturali. Che tu voglia esplorare i famosi trulli, scoprire borghi incantevoli o immergerti nella natura, questa regione ha qualcosa da offrire a tutti.

visitare-alberobello-puglia
Trulli di Alberobello in Puglia – Foto da iStock

Benvenuto sul sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.