La Cappella Sistina è una delle oltre 1.000 sale che compongono il Palazzo Apostolico del Vaticano ed è anche il suo più famoso tesoro. La costruzione dell’edificio fu effettuata tra il 1473 e il 1481.

Si chiama Sixtina perché fu papa Sisto IV a ordinare il restauro della sala nel 1473. Ma a commissionare tale lavoro a Michelangelo, quasi trenta anni dopo, fu Papa Giulio II.

La Cappella Sistina non è famosa per la sua architettura, ma per gli affreschi che ricoprono completamente le pareti e il soffitto. Tra i più apprezzati ci sono gli affreschi dipinti da Michelangelo; “La Creazione di Adamo” e “Il giudizio universale”. Ma alla decorazione della cappella vi hanno lavorato anche altri artisti importanti come Botticelli e Perugino.

Oggi, la chiesa viene utilizzata per l’Assemblea cardinale quando viene eletto un papa.

Ma come visitare la Cappella Sistina, come acquistare i biglietti d’ingresso e quali regole osservare durante la visita?

La storia della Cappella

La Cappella Sistina fu creata dai “resti” della Cappella Maggiore. Papa Sisto IV (all’origine della parola “Sistina”) ordinò la costruzione della Cappella dal 1473 al 1481 dalle pietre della chiesa distrutta. Quando la costruzione è stata conclusa, le pareti furono decorate con affreschi di artisti come Perugino, Botticelli e Michelangelo.

Dopo l’inaugurazione della Cappella Papa Giulio II decise di rinnovare il soffitto, dipinto fino ad allora con solo stelle dorate su uno sfondo blu, affidando la costruzione della volta a Michelangelo nel 1508.

Nel 1533, Clemente XII dei Medici chiese a Michelangelo di dipingere il Giudizio Universale. Quest’ultimo interpretò l’episodio del Nuovo Testamento, il ritorno glorioso di Cristo alla luce, creando tra il 1536 e il 1541 l’affresco che conosciamo.

I Musei Vaticani

Cosa si può vedere nella Cappella Sistina?

In breve, la Cappella Sistina è come un enorme dipinto. Tra gli artisti più famosi che hanno partecipato alla decorazione della cappella, possiamo ricordare: Botticelli, Perugino, Pinturichhio, Ghirlandaio e sopratutto Michelangelo.

Il soffitto della Cappella Sistina è un capolavoro di Michelangelo, che intraprese la decorazione del soffitto della Cappella Sistina nel 1508. Troviamo nella parte centrale del soffitto nove pannelli centrali tratti da episodi della Genesi tra cui il Diluvio.

La creazione di Adamo

La Creazione di Adamo è senza dubbio l’immagine più conosciuta della Cappella Sistina. Si trova al centro della volta e rappresenta la storia della Genesi, quando Dio ha dato la vita ad Adamo.

Il Giudizio Universale

Sulla parete dell’immenso altare della cappella (13,70 metri di altezza e 12,20 metri di larghezza) c’è un altro capolavoro di Michelangelo, “Il giudizio universale” – un dipinto raffigurante l’Apocalisse di San Giovanni.

L’affresco ha scioccato molti vescovi per la nudità di alcuni dei suoi personaggi. Era considerato troppo provocatorio per apparire sull’altare personale del papa. Per proteggere il suo lavoro dalle controversie, Michelangelo si è preso cura di coprire le parti intime di circa 30 uomini nel dipinto.

Altri due affreschi famosi nella cappella sono “Le prove di Mosè” e ” Le prove di Cristo” di Sandro Boticelli.

Altezza e lunghezza della Cappella Sistina

Lunghezza: 40,23 metri
Larghezza: 13,41 metri
Altezza: 20,70 metri

Prezzi dei biglietti per la Cappella Sistina

Molti visitatori non ne sono a conoscenza: la Cappella Sistina fa parte dei Musei Vaticani. Ciò significa che non può essere visitata da sola, ma solo come parte di una visita ai Musei Vaticani. I biglietti acquistati per i Musei Vaticani sono validi anche per la Cappella Sistina.

Pertanto, le seguenti tariffe si applicano ai Musei Vaticani:

  • Adulti – 17 € sul posto (26 € biglietto salta fila online)
  • Studenti universitari con documento – 8 €
  • Minori da 6 a 18 anni – 8 €
  • Meno di 6 anni – gratuito

Acquistare il biglietto al botteghino è certamente più economico ma questa opzione richiede molto tempo d’attesa, soprattutto durante l’alta stagione quando pottrebbero passare anche 2-3 ore prima di poter entrare nei musei.

Biglietti Salta Fila per i Musei Vaticani e la Cappella Sistina

 

Potete acquistare i biglietti salta fila oppure i tour guidati online su Tiqets oppure su GetYourGuide.

Tempo di attesa 

Non c’è una lunghissima attesa all’ingresso della Cappella Sistina, tranne nei periodi di alta stagione. Aspettatevi però un lunghissimo tempo di attesa all’ingresso dei Musei Vaticani.

Nei periodi di punta (in alta stagione, a dicembre e nei fine settimana), non è raro dover aspettare 2 o 3 ore in coda. Un’attesa che si può facilmente risparmiare prenotando il biglietto in anticipo.

Orari di apertura 

La Cappella Sistina si trova all’interno dei Musei Vaticani. Gli orari di apertura sono quindi gli stessi dei musei:

La Cappella è aperta dal lunedì al sabato, dalle 9:00 alle 18:00 (ultimo ingresso h. 16.00).

Chiusa la domenica, tranne l’ultima domenica di ogni mese dalle 9:00 alle 14:00, che c’è l’ingresso gratuito. Questa regola non è applicabile per la domenica di Pasqua.

I Musei Vaticani e la Cappella Sistina sono chiusi anche: 1 gennaio, 11 febbraio, 19 marzo, 22 aprile, 1 maggio, 29 giugno, 14 e 15 agosto, 1 novembre, 25 e 26 dicembre

Dov’è la Cappella Sistina nei Musei Vaticani?

La cappella si trova all’estremità dei Musei Vaticani. Il sito è sempre l’ultimo ad essere visitato, in quanto non è lontano dall’uscita. Per raggiungere la cappella, basta seguire le indicazioni fornite dai pannelli informativi del museo.

Se preferite non attraversare tutti i musei, prendete semplicemente “accesso rapido”, che è indicato sui cartelli.

Informazioni utili

  • Le foto sono severamente vietate nella Cappella Sistina.
  • Il codice di abbigliamento è piuttosto severo. Mentre le gonne corte e le spalle scoperte sono ancora tollerate nei Musei Vaticani, sono vietate nella Cappella Sistina (come nella Basilica di San Pietro). Il personale è molto severo e vieta l’ingresso a tutti coloro che indossano abiti inappropriati.

Come arrivare alla Cappella Sistina?

L’ingresso dei Musei Vaticani, si trova in Viale Vaticano, 00165 Roma, nella parte settentrionale del Vaticano. Si arriva:

In metro 

Prendete la Linea A della metro direzione Battistini e scendete alle stazioni di Ottaviano San Pietro o Cipro Musei Vaticani. Dalla stazione della metropolitana all’entrata del museo, ci vogliono circa 400 metri a piedi. Queste due stazioni della metropolitana sono alla stessa distanza dall’ingresso dei Musei Vaticani.

In bus

Per camminare di meno si deve prendere l’autobus.

  • Bus 32, 81, 982 – scendere alla fermata Piazza del Risorgimento
  • Linee 492, 990 – scendere alla fermata Via Leone IV / Via degli Scipioni e percorrere i restanti 200 metri a piedi.
  • Bus 49 – si ferma proprio di fronte all’ingresso dei musei (fermata “Viale Vaticano / Musei Vaticani”).
  • Linee 490 e 492 – rappresentano soluzioni alternative, si fermano a 100 metri dall’ingresso (fermata “Candia / Mocegino”).

In tram

Il sito si può raggiungere anche con il tram 19, fermata Piazza del Risorgimento.

come-arrivare-musei-vaticani-cappella-sistina

Benvenuto sul sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.